ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Mondiali Bergen 2017, vince la Francia tra gli under 23: primo Cosnefroy. Quinto Albanese
Mondiali Bergen 2017, vince la Francia tra gli under 23: primo Cosnefroy. Quinto Albanese

Mondiali Bergen 2017, vince la Francia tra gli under 23: primo Cosnefroy. Quinto Albanese

Brinda la Francia nella prova in linea degli uomini under 23 dei Campionati Mondiali di ciclismo su strada di Bergen 2017: ad aggiudicarsi la medaglia d’oro è il transalpino Benoit Cosnefroy, che batte in una volata a due il tedesco Lemnard Kamna. Due professionisti campioni tra i dilettanti: questo il responso della strada, che ha chiaramente detto come far corsa dura ed evitare lo sprint compatto sia assolutamente possibile sul circuito nnorvegese. Quinto posto per l’italiano Vincenzo Albanese.

La fase delle prove in linea è cominciata nel modo migliore per l’Italia con la meravigliosa doppietta di Elena Pirrone tra le donne juniores. Ora è il momento degli under 23, di solito quelli che più si avvicinano ai professionisti per approccio e condotta di gara. Sono 178 atleti al via sul tracciato lungo 191 km.

Interlocutoria la prima parte di corsa, dove avvengono attacchi da parte di corridori che non impensieriscono i big, puntualmente rintuzzati in poco tempo. A poco meno di sessanta chilometri alla conclusione, invece, si sgancia un gruppo formato da nomi importanti, tra i quali non figurano azzurri: sono Sivakov (Russia), Hindley (Australia), Tiller (Norvegia), Muller (Svizzera), McNulty (USA) e Hoog (Svezia). La fortuna di chi insegue è che davanti non c’è il giusto accordo, dunque al penultimo giro si torna nuovamente tutti insieme.

Comincia l’ultima tornata. È Vincenzo Albanese il primo a rompere gli indugi cercando di portare via un gruppetto di una decina di elementi. Invano il tentativo del gruppetto, assai più incisivo quello portato avanti, nella salita di Salmon Hill, dal tedesco Lemnard Kamna. Gli inseguitori si sfilacciano e non riescono ad organizzare per andare a riprendere la testa della corsa, così ne approfitta il francese Benoit Cosnefroy, che da solo scatta e va a riportarsi sul teutonico quando mancano sette chilometri all’arrivo.

I due possono contare su un vantaggio di quindici secondi ai meno quattro, tale da non poter più garantire il rientro di alcuno, nemmeno dello spagnolo Ivan Cortina che inutilmente cerca di riaccodarsi al comando. Kamna non tira un metro nel finale per provare a sorprendere Cosnefroy allo sprint, ma quest’ultimo prende perfettamente i tempi e taglia per primo il traguardo, laureandosi campione del mondo di categoria. Oro e argento a due corridori che militano in formazioni WorldTour, rispettivamente Ag2R La Mondiale e Sunweb.

A conquistare il bronzo è il danese Michael Svendgaard, che vince la volata di gruppo, a tre secondi, davanti al britannico Oliver Wood e a Vincenzo Albanese, quinto e unico italiano nel drappello di testa formato da una trentina di elementi.

Ordine d’arrivo:

1 COSNEFROY Benoit FRA 4:48:23
2 KÄMNA Lennard GER + 0:00
3 CARBEL SVENDGAARD Michael DEN + 0:03
4 WOOD Oliver GBR + 0:03
5 ALBANESE Vincenzo ITA + 0:03
6 TOUZE Damien FRA + 0:03
7 KANTER Max GER + 0:03
8 PALUTA Michal POL + 0:03
9 DOWNEY Mark IRL + 0:03
10 SKAARSETH Anders NOR + 0:03
11 TIVANI PEREZ German Nicolas ARG + 0:03
12 MÜLLER Patrick SUI + 0:03
13 FARANTAKIS Stylianos GRE + 0:03
14 HIRSCHI Marc SUI + 0:03
15 LAMBRECHT Bjorg BEL + 0:03
16 RIABUSHENKO Aleksandr BLR + 0:03
17 PAREDES ZAPATA Wilmar Andres COL + 0:03
18 CARBONI Giovanni ITA + 0:03
19 PLANCKAERT Emiel BEL + 0:03
20 POGACAR Tadej SLO + 0:03


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*