ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, il fortino Stadium caduto: Juve ko in casa dopo due anni, la Lazio infrange un record
Serie A, il fortino Stadium caduto: Juve ko in casa dopo due anni, la Lazio infrange un record
14.10.2017 - Torino - Serie A 2017/18 - 8a giornata - Juventus-Lazio nella foto: la delusione di Paulo Dybala

Serie A, il fortino Stadium caduto: Juve ko in casa dopo due anni, la Lazio infrange un record

57 partite: tanto è durata l’imbattibilità della Juventus allo Stadium. Il 2-1 della Lazio è dunque ancor più storico e pesante di quel che sembra. Ecco perché.

Era da oltre due anni infatti che la Signora non cadeva in casa in Serie A: perciò la vittoria della Lazio di Simone Inzaghi, di un gruppo monumentale guidato dal super Ciro Immobile profuma di storia lontano un miglio, visto che ha inferto la 6ª sconfitta in assoluto nella storia dello Stadium ai suoi legittimi proprietari.

Dal momento della sua fondazione e apertura al pubblico, nella stagione 2011-12, il fortino bianconero era caduto appena cinque volte. L’ultima all’alba della stagione 2015-16, quando in un torrido pomeriggio di fine agosto al debutto di quella Serie l’Udinese di Colantuono sorprese la squadra di Massimiliano Allegri con un 0-1 surreale da immaginare.

Da allora sono passate qualcosa come 57 partite in tutte le competizioni, con la Juve che ha riportato la bellezza di 50 vittorie e sette pareggi fra Serie A, Champions League e Coppa Italia

Ecco perché, andando ad analizzarlo, Il peso specifico della vittoria laziale a Torino è enorme e ha almeno tre sfaccettature. In primis perché i biancocelesti sono riusciti a ri-battere la Vecchia Signora dopo tempo quasi immemorabile, visto che – al netto della Supercoppa Italiana – in Serie A erano 22 gare che i biancocelesti non vincevano contro la Juve  (16 vittorie bianconere e sei pareggi dal dicembre 2003, ultimo pari lo 0-0 del novembre 2012).

Inoltre, il trionfo degli uomini di Inzaghi ha dato uno scossone alla classifica non indifferente, issando le Aquile di Roma a pari punti con gli stessi campioni d’Italia – e dell’Inter, impegnata stasera nel derby-verità contro il Milan – e offrendo al Napoli la prima vera chance di fuga.

Infine perché Immobile&Co., con Strakosha eroe per l’ennesima volta nel blindare in faccia a Dybala il rigore dell’ultimo istante, dopo essere rimasti indigesti alla Signora con la conquista della Supercoppa hanno dato una spallata non indifferente all’orgoglio della Juventus: che da oggi è più ferita e deve correre ai ripari, per via dei tanti traballii in difesa e di un gioco che latita quando mancano interpreti come Pjanic e Dybala (entrato solo nel finale). Allegri deve adesso rimboccarsi le maniche, perché il tempo stringe e con tutta l’Italia già pronta a gufare. La rimonta spettacolosa di due anni fa potrebbe servire per ripartire con successo. Blindando di nuovo il fortino Stadium, per esempio.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*