ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 9ª giornata: Avellino-Salernitana 2-3, pazzesca rimonta granata!
Serie B, 9ª giornata: Avellino-Salernitana 2-3, pazzesca rimonta granata!
Avellino-Salernitana, Serie B. corsport.it

Serie B, 9ª giornata: Avellino-Salernitana 2-3, pazzesca rimonta granata!

Un derby da pazzi: Avellino-Salernitana, primo posticipo della 9ª di Serie B, finisce clamorosamente 2-3. Suicidio per gli irpini rimontati dal 2-0!

Al Partenio-Lombardi finisce in un modo che al 70’ era neppure lontanamente immaginabile. Con gli irpini sul doppio vantaggio nessuna poteva immaginare che, in 25’, la squadra di Bollini potesse ribaltare completamente un risultato dato già per acquisito. E invece il calcio è strano, specie se quel calcio si gioca in Serie B: i granata tornano a Salerno con tre punti pesantissimi, lasciando di stucco i Lupi e soprattutto un Walter Novellino punito per il suo eccesso di difensivismo. L’Avellino passa in una serata dalle possibili stelle del primato solitario in classifica alle stalle di un derby buttato via. La Salernitana ringrazia e, grazie soprattutto a uno Sprocati eccezionale, si tira fuori dalle sabbie mobili della classifica.

Tanto spettacolo sugli spalti del Partenio, con le due tifoserie che si fronteggiano a suon di colori e slogan e le due squadre che non riescono a rompere gli equilibri. Solo al 20’ l’Avellino si fa vedere dalle parti dell’ex Radunovic, che sventa il colpo di testa di Castaldo su cross di D’Angelo. La Salernitana dà però l’impressione di giocare con ordine e al 37’ sfiora in due occasioni il vantaggio: prima è Vitale a costringere Radu a una parata incredibile all’incrocio, poi è Minala a lisciare clamorosamente l’ottimo cross di Sprocati dalla destra. All’intervallo si va sullo 0-0.

Ecco dunque che l’equilibrio viene completamente rotto nella ripresa. Al 3’ Kresic svetta di testa sul centro di Di Tacchio e batte Radunovic (terzo gol consecutivo per il difensore croato); al 24’ Laverone raccoglie dal limite il pallone susseguente dal calcio d’angolo e trovando la deviazione decisiva di Odjer insacca il raddoppio irpino.

Il Partenio-Lombardi diventa una bolgia, ma la Salernitana non si scoraggia e anzi riapre i giochi molto presto. Al 72’ infatti su cross di Rosina Rodriguez risolve una mischia e accorcia le distanze. L’Avellino a quel punto comincia a tremare, visto che gli ippocampi granata hanno già più volte rimontato qualcuno quest’anno.

La storia infatti si ripete puntuale quando all’85’ l’ottimo Sprocati si mette in proprio e con una grandissima prenotazione si infila in area e con un gran diagonale beffa Radu per il 2-2. Partita che potrebbe anche finire, ma l’Avellino è un animale ferito che vuole reagire, col tacco di Paghera che si spegne di pochissimo sul fondo.

Dopo 5’ di recupero il 2-2 sembra materializzarsi, ma sull’ultima azione al 96’ ecco che il clamoroso ribaltone è completato: ancora Sprocati libera Minala in area lasciato colpevolmente solo al centro della difesa, l’ex laziale taglia un destro da bisturi che s’infila nella porta avellinese e fa esplodere gli 800 salernitani sugli spalti. Lo stesso Minala al triplice fischio accende contribuisce ad accendere gli animi, andando sotto al settore dei tifosi di casa invitandoli a restare in silenzio: ne segue un grosso parapiglia, che coinvolge anche i dirigenti e con tre espulsi da ambo le parti, lo stesso Minala e Migliorini oltre che il secondo portiere irpino Lezzerini.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*