ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League, 3ª giornata: Atalanta-Apollon Limassol 3-1, Dea da sogno!
Europa League, 3ª giornata: Atalanta-Apollon Limassol 3-1, Dea da sogno!
Atalanta-Apollon, Europa League. Twitter

Europa League, 3ª giornata: Atalanta-Apollon Limassol 3-1, Dea da sogno!

Una Dea così fa solo che sognare: nella 3ª di Europa League Atalanta-Apollon Limassol termina 3-1. Bergamaschi primi in solitaria con 7 punti.

Un’Atalanta da sogno: i nerazzurri di Bergamo continuano a stupire e ottengono la seconda vittoria casalinga dopo quella prestigiosissima contro l’Everton. Lo fanno contro la squadra materasso del girone E, l’Apollon Limassol, in grado comunque di pareggiare momentaneamente con Schembri la rete del vantaggio di Ilicic. Poi Petagna e Freuler rimettono le cose a posto e patentano un’altra volta la loro superiorità. Tantissime d’altronde le frecce offensive all’arco di Gian Piero Gasperini per non sperare di vedere i nerazzurri cavalcare di nuovo in Europa dopo lo stop di campionato.

Dopo lo spettacolo offerto dalla curva bergamasca l’Atalanta indovina l’approccio e dopo due tentativi in rapida successione di Gomez e Ilicic costruisce l’1-0 all’11’: il Papu inventa, dando fra tre il pallone per l’accorrente Spinazzola che crossa rasoterra sul secondo palo dove giunge preciso preciso il tocco dello sloveno ex Fiorentina. La Dea non ha affatto intenzione di fermarsi: Freuler al 14’ si fa murare dall’uscita del portiere dei ciprioti Bruno Vale; al 18’ Petagna tocca il pallone una volta di troppo e si fa rimontare dalla difesa dell’Apollon. È un monologo atalantino, insomma, con Berisha che nei primi 45’ fa lo spettatore non pagante e si rilassa.

Nella ripresa la doppia occasione per Petagna mostra all’Apollon Limassol che l’Atalanta vuole accelerare e andarsene. Peccato che gli ingressi di Alex e Zelaya dall’altra parte cambino per un attimo il corso degli eventi: cross di Jakolis dalla destra e il maltese Schembri pareggia al 14’.

La Dea però continua a manifestare la sua furia: in appena cinque minuti, dal 16’ al 21’, i bergamaschi segnano due gol in mezzo a cinque occasioni colossali e dimostrano chi è più forte: ad andare a segno sono Petagna di testa su corner dalla sinistra e Remo Freuler su sponda di petto di Ilicic. Atalanta strabordante: una bellezza.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*