ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, il post su Sampdoria-Crotone: Blucerchiati, manita, record e tanto altro
Serie A, il post su Sampdoria-Crotone: Blucerchiati, manita, record e tanto altro
Sampdoria, Serie A. mundodeportivo.com

Serie A, il post su Sampdoria-Crotone: Blucerchiati, manita, record e tanto altro

C’è aria di scudetto, nella Genova blucerchiata: sì, perché col 5-0 di Sampdoria-Crotone la squadra di Giampaolo ha fatto 4 su 4, come nell’anno tricolore.

Crotone spazzato via con tanta, forse troppa facilità, e condizione fisico-atletica che continua a essere smagliante. A Marassi per una volta non è piovuto dal cielo, ma nella porta avversaria: fenomeno atmosferico-calcistico che sta diventando una costante quando a giocare al Ferraris sono i blucerchiati.

Quest’anno la squadra di Giampaolo ha finora fatto 4 su 4: a Genova infatti sono cadute nell’ordine Benevento, Milan e Atalanta prima del Crotone. Soprattutto la schiacciante vittoria contro il Milan (al di là del 2-0) e la progressione in rimonta contro la Dea testimoniano la bontà del progetto tecnico-tattico che Marco Giampaolo sta costruendo con la squadra affidatagli dall’istrionico patron Ferrero.

In 50 partite alla guida della Sampdoria in un anno e poco più il tecnico di Bellinzona ha totalizzato ben 20 vittorie, 14 pareggi e 16 sconfitte, attestandosi su una media del 40% di successi. Non solo: la Doria si sta esprimendo su numeri vertiginosi anche quest’anno, visto che i quattro successi su quattro hanno eguagliato la stessa striscia di successi ottenuta dai blucerchiati di Vujadin Boskov nell’anno dello scudetto.

La manita al Crotone ha messo in luce uno Zapata strabordante: al colombiano ex Napoli e Udinese è mancato solamente il gol, ma la progressione in occasione del rigore del 2-0 segnato da Quagliarella (dopo la capocciata dell’ex Gian Marco Ferrari dell’1-0) e l’assist al bacio per Caprari in occasione del tris sono stati la migliore cartolina da visita di un attaccante di stazza e razza superiore che con la Samp sta trovando un’altra consacrazione.

Tutto il meccanismo doriano sta girando alla perfezione: merito pure di un centrocampo spumeggiante, con Torreira preziosissimo in copertura e fase di prima impostazione e Praet a dispensare perle di grande calcio davanti (vedi assist per il 4-0 del sempre più lanciato Linetty). Il 5-0 di Kownacki è stato pura accademia: primo gol in Serie A per uno dei tanti polacchi della squadra. Che non è solo biancorossa, ma anche nera e blu: i colori del Baciccia. E martedì nell’anticipo dell’infrasettimanale trasferta prestigiosa in casa dell’Inter: chissà che la Doria non ripeta lo scherzetto dell’anno scorso.

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*