ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > CDM Sciabola, a Orleans è trionfo azzurro: Gregorio prima, Gulotta seconda
CDM Sciabola, a Orleans è trionfo azzurro: Gregorio prima, Gulotta seconda
ORLEANS 27/29 October 2017 World Cup women's sabre In photo: CRISCIO Martina, GREGORIO Rossella, GULOTTA Loreta and VECCHI Irene (ITALY) Photo Taÿ-Pamart/Bizzi

CDM Sciabola, a Orleans è trionfo azzurro: Gregorio prima, Gulotta seconda

La sciabola femminile italiana comincia la nuova stagione nel modo in cui aveva concluso la precedente, vale a dire vincendo. Poco più di due mesi fa la medaglia d’oro iridata a Lipsia, ora è l’individuale a regalarci le prime forti emozioni della stagione: a Orleans vince Rossella Gregorio davanti alla compagna di nazionale Loreta Gulotta.

Al termine di due percorsi impeccabili, le due azzurre si trovano di fronte all’altra nell’atto conclusivo, in cui ad imporsi è la campana, che porta a casa il match con il netto punteggio di 15-6. Ma è festa per entrambe: per la prima si tratta della prima vittoria in carriera nel circuito di Coppa del Mondo, per la seconda è il primo podio in assoluto.

Sulla strada della Gregorio tante azzurre: al primo turno è Martina Petraglia a finire Ko per 15-9, poi tocca alla polacca Angelika Wator per 15-9, poi a Martina Criscio per 15-12. Ai quarti di finale arriva il capolavoro contro  contro la numero 1 del ranking mondiale, nonché bronzo iridato, l’ungherese Anna Marton, battuta all’ultima stoccata con il punteggio di 15-14. Prima dell’atto finale, ecco la vittoria sulla francese Manon Brunet per 15-9.

Per quanto concerne Loreta Gulotta, invece, queste le avversarie battute: la polacca Sylwia Matuszak per 15-6, la francese Malina Vongsavady per 15-11, la giapponese Shihomi Fukushima per 15-13, l’altra polacca Malgorzata Kozaczkuk per 15-13 e la romena Bianca Pascu per 15-14. La grande prestazione corale azzurra si completa con Irene Vecchi, eliminata ai quarti di finale dalla già citata Manon Brunet, poi giustiziata dalla vincitrice di giornata.

Entusiasta il commissario tecnico italiano Giovanni Sirovich, che si dice “felice e soddisfatto per come l’indirizzo del lavoro si esprima e si palesi in maniera netta in pedana”. E così la scherma italiana può beneficiare di un nuovo forte e competitivo gruppo.

Quarto posto per l’Italia nella gara a squadre: Rossella Gregorio e Loreta Gulotta, assieme a Irene Vecchi e Martina Criscio, superano al primo turno per 45-31 il Venezuela e ai quarti l’Ungheria per 45-34, ma vengono sconfitte in semifinale dalla Russia per 45-41. nella finale per il bronzo, poi, arriva l’altra sconfitta pèer lano della Corea del Sud, impostasi per 45-43.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*