ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Rafael Nadal chiuderà il 2017 da numero 1 al mondo
Rafael Nadal chiuderà il 2017 da numero 1 al mondo
Rafael Nadal. Foto: Getty Images

Rafael Nadal chiuderà il 2017 da numero 1 al mondo

Il primo responso della stagione tennistica 2017 è arrivato: Rafael Nadal terminerà l’anno alla posizione numero uno del ranking atp.

Con la rinuncia di Roger Federer al Masters 1000 di Parigi – Bercy, occorreva soltanto una vittoria allo spagnolo per chiudere l’annata in vetta alla classifica mondiale: con il successo al debutto sul giovane sudcoreano Hyeon Chung al BNP Paribas Masters Paris, sul cemento indoor della capitale francese, ecco la matematica certezza di trovarsi per la quarta volta in carriera lassù davanti a tutti.

Nonostante manchino ancora le ATP Finals di Londra, nessuno potrà più scalzarlo, neppure Roger Federer che con lui ha dominato l’intera annata. Si sono spartiti i quattro Slam (Melbourne e Wimbledon lo svizzero, Roland Garros e US Open lo spagnolo), poi hanno vinto i maggiori eventi sparsi per il mondo. Ma la totale assenza dell’elvetico nella stagione su terra, dove invece il mancino di Manacor ha fatto incetta di punti (eccetto Roma, sono arrivate le vittorie a Barcellona, Montecarlo e Parigi), sono risultate decisive per il responso finale.

Nel 2008, per la prima volta, Nadal chiuse l’anno al comando: ci era riuscito, poi, anche nel 2010 e nel 2013. Con questo quarto scettro, diventa il più anziano dell’Era Open ad ottenere tale onore, oltreché essere il primo over 30. Soltanto Pete Sampras (sei volte), Jimmy Connors e Roger Federer (cinque volte) hanno fatto meglio di lui, mentre a quota quattro, a fargli compagnia, ci sono John McEnroe (1981, 1982, 1983 e 1984), Ivan Lendl (1985, 1986, 1987 e 1989) e Novak Djokovic (2011, 2012, 2014 e 2015).

In questo magico 2017, Rafa ha vinto più partite di tutti, 66 (a fronte di 10 sconfitte), collezionando sei trofei (soltanto Roger ha fatto meglio aggiudicandosene sette, l’ultimo dei quali appena pochi giorni fa nella sua Basilea).  Ora potrà dedicarsi all’ultimo scampolo della stagione: a Parigi-Bercy non ha mai vinto (è l’unico Masters 1000, assieme a Shanghai, a non far parte della sua bacheca), e poi ci sono le finali di Londra, sempre ambite da ogni giocatore.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*