ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League: anche Din Kiev, Arsenal e Zenit ai 16/mi
Europa League: anche Din Kiev, Arsenal e Zenit ai 16/mi
Walcott Arsenal, Europa League. mundodeportivo.com

Europa League: anche Din Kiev, Arsenal e Zenit ai 16/mi

Oltre alla Lazio hanno staccato il pass per i sedicesimi di Europa League anche Dinamo Kiev, l’Arsenal di Wenger, lo Zenit di Mancini e Steaua. I risultati.

GRUPPO K

LAZIO-NIZZA 1-0

VITESSE-ZULTE WAREGEM 0-2. I belgi conquistano di fatto il gradino più basso del podio spingendo in fondo alla classifica gli olandesi del Vitesse. A segno Baudry e Kaya.

 

GRUPPO D

AEK ATENE-MILAN 0-0

RIJEKA-AUSTRIA VIENNA 1-4. Torna prepotentemente in corsa l’Austria Vienna: a Rijeka gli austriaci dilagano con la doppietta di Prokop (intervallata dal pareggio croato di Pavicic) e nel finale con le reti di Serbest e Monschein.

 

GRUPPO E

APOLLON LIMASSOL-ATALANTA 1-1

35′ rig. Ilicic (AT), 93′ Zelaya (AP)

LIONE-EVERTON 3-0. Il Lione riagguanta l’Atalanta al primo posto dilagando nel finale contro l’Everton in crisi nera da inizio stagione: il muro dei Toffees cade sotto i colpi di Traoré, Aouar e Depay.

 

 

GRUPPO G

VIKTORIA PLZEN-LUGANO 4-1. Cechi aggressivi sin dall’inizio, che frutta ben tre gol: due di Krmencik per i padroni di casa; uno – quello del momentaneo pareggio svizzero – di Mariani. Il Viktoria rimette tutto a posto con le marcature di Horava e Cermak e torna secondo.

STEAUA BUCAREST-APOEL BEER SHEVA 1-1. Alla Steaua Bucarest bastava non perdere per qualificarsi e così è stato: nella capitale rumena contro l’Hapoel finisce 1-1, con le reti di Coman e Sahar.

 

GRUPPO H

COLONIA-BATE BORISOV 5-2. Caproni, che sussulto! Il Colonia fanalino di coda in Bundesliga decide di tornare a giocare e con un perentorio 5-2 al Bate torna prepotentemente in corsa per il discorso qualificazione. Dopo che MIlunovic e Signevich avevano ribaltato il vantaggio di Zoller, la squadra tedesca si sbarazza dei timori reverenziali e con Osako (2), Guirassy e Jojic trova la prima soddisfazione europea.

ARSENAL-STELLA ROSSA 0-0. Ordinaria amministrazione per l’Arsenal di Wenger, che all’Emirates ottiene quel punto che serviva per blindare la matematica qualificazione ai sedicesimi. Crvena Zvezda ancora in corsa nonostante tutto.

 

GRUPPO I

SALISBURGO-KONYASPOR 0-0. Il Salisburgo resta primo nel girone.

VITORIA GUIMARÃES-OLYMPIQUE MARSIGLIA 1-0. Dal possibile trionfo al fango dell’infamia: il Marsiglia di Rudi Garcia perde malamente  in Portogallo – gol decisivo di Hurtado – ma soprattutto perde la testa Patrice Evra, espulso nel riscaldamento per aver sferrato un calcione alla Cantona addosso a un suo tifoso dopo la vivace contestazione dei supporters marsigliesi. Cose assurde, insomma.

 

GRUPPO J

ATHELTIC BILBAO-OSTERSUND 1-0. Si gioca tutto sul filo dell’equilibrio nel gruppo J. Una delle favorite, l’Athletic Bilbao, torna in corsa con la zampata di Aduriz che stende la capolista svedese dell’Ostersund.

HERTHA BERLINO-ZORYA 2-0. Fa altrettanto l’Hertha Berlino, che fa valere il fattore Olympiastadion e con la doppietta di Selke riaccende il discorso qualificazione a 180’ dalla fine.

 

GRUPPO L

ROSENBORG-ZENIT SAN PIETROBURGO 1-1. Un punto basta e avanza, anche se alla fine di un match tribolato. La zampata di Kokorin al 93’ consente allo Zenit di Mancini di ricacciare indietro il Rosenborg, passato in vantaggio con l’ex juventino Bendtner, e volare ai sedicesimi.

REAL SOCIEDAD-VARDAR 3-0. Manca ormai un punto solo alla Real Sociedad, dopo il tondo 3-0 al Vardar. In gol vanno Juanmi, De La Bella e Bautista.

 

GRUPPO A

MACCABI TEL AVIV-ASTANA 0-1. C’è un terzo incomodo,nel gruppo A: è l’Astana. I kazaki fanno i corsari in Israele e s’infilano al secondo posto davanti allo Slavia Praga. Gol decisivo dell’africano Twumasi.

SLAVIA PRAGA-VILLARREAL 0-2. Riecco il Peluca: l’ex milanista Bacca indirizza la gara a favore del Submarino Amarillo, prima che Deli condanni i cechi a una sconfitta che complica orrendamente le cose.

 

GRUPPO B

PARTIZAN BELGRADO-SKENDERBEU 2-0. Dopo il deludente 0-0 dell’andata, il Partizan Belgrado fa valere il fattore campo e con i gol di Tosic e Tawamba regola lo Skenderbeu, riconquistando il secondo posto.

YOUNG BOYS-DYNAMO KIEV 0-1. Il gol di Buyalskyy regala agli ucraini la certezza della qualificazione ai sedicesimi. A 10 punti e con gli svizzeri terzi a 3 la squadra di Aljaksandr Chackevič è ormai irraggiungibile.

 

GRUPPO C

LUDOGORETS-SPORTING BRAGA 1-1. Le prime due del girone C si dividono la posta: in Bulgaria finisce 1-1 con i gol di Marcelinho e Fransergio.

BASAKSEHIR-HOFFENHEIM 1-1. Poteva approfittarne l’Hoffenheim, e invece la squadra di Nagelsmann non riesce a uscire dalla crisi che sta attraversando in Bundesliga. Proprio al 93’ Visca pareggia il vantaggio di Grillitsch e costringe i tedeschi ancora al terzo posto.

47′ Grillitsch (H), 93′ Visca (B)

 

GRUPPO F

COPENHAGEN-ZILINA 3-0. Con un secco tre a zero i danesi si prendono la vetta della classifica: Luftner e la doppietta di Verbic regola i cechi dello Zilina.

LOKOMOTIV MOSCA-SHERIFF TIRASPOL 1-2. La squadra della Transnistria moldava si issa al primo posto in coabitazione coi danesi: lo fanno ribaltando 2-1 la più quotata Lokomotiv Mosca, cui non basta il vantaggio di Farfan, rimontato poi da Badibanga e Brezovec.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*