ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 13ª giornata: Frosinone solo al comando; Venezia e Cremonese, che rimonte!
Serie B, 13ª giornata: Frosinone solo al comando; Venezia e Cremonese, che rimonte!
Frosinone, Serie B. gazzettadiparma.it

Serie B, 13ª giornata: Frosinone solo al comando; Venezia e Cremonese, che rimonte!

Passano le giornate e la Serie B ancora non ha un padrone: la nuova capolista è il Frosinone, che batte in casa il Parma. Vincono anche Venezia e Cremonese.

FROSINONE-PARMA 2-1. Il big match di giornata se l’aggiudicano i ciociari di Moreno Longo, ora di nuovo soli in solitaria con 23 punti, uno in più del Palermo fermato ieri a Pescara. Il dominio gialloblù nella prima mezz’ora si concretizza nel doppio vantaggio siglato da Maiello e Ciano. Proprio l’autore dello sliding doors riapre tutti i discorsi al Benito Stirpe, rimettendo in partita gli ospiti con un autogol. La partita resta palpitante nella ripresa, ma a capitolare è la squadra di D’Aversa.

BRESCIA-VENEZIA 1-2. Tutto in meno di 5’! Al Rigamonti va in scena una partita dal finale thriller: a sbancare lo stadio bresciano però è l’armata del contropiede made in Pippo Inzaghi, che va sotto all’85’ col tacco bellissimo dell’Airone Caracciolo ma in meno di 60” colleziona una rimonta coi fiocchi siglata dall’uno-due micidiale firmato da Pinato e Falzerano. Come vincere una partita in due minuti appena: i lagunari allenati dal tecnico piacentino aggiungono un’altra perla alla loro grande stagione.

FOGGIA-CREMONESE 2-3. Allo Zaccheria piovono fischi sul Foggia e applausi sulla Cremonese. La squadra di Stroppa va addirittura sul doppio vantaggio con l’uno-due firmato da Coletti e Beretta fra il 35’ e il 38’. Chi pensa però che i Violini grigiorossi di Tesser siano pronti ad alzare bandiera bianca si sbagliano di grosso: i lombardi prima dell’intervallo sistemano le cose pervenendo al pari con le reti di Brighenti e Mokulu, poi nella ripresa trovano addirittura il sorpasso con la punizione perfetta di Piccolo. Cremonese in piena zona playoff, visto il 3° posto; Foggia al secondo ko di fila in casa.

SALERNITANA-BARI 2-2. Due gol e due doppiette per parte nell’altro big match della Serie B fra due squadre vivamente gemellate. Ad aprire e chiudere il piacevole pomeriggio dell’Arechi ci pensa Galano; nel mezzo c’è la doppia marcatura del giovane attaccante Rossi. Bollini e Grosso si godono il loro momento, coi granta al 10° risultato utile consecutivo e i Galletti al secondo pari di fila lontano dal San Nicola.

CITTADELLA-TERNANA 1-1. Pari con rimpianti al Tombolato fra Cittadella e Ternana: entrambe le squadre potevano vincere e invece debbono accontentarsi del pari, visti i gol di Arrighini per i veneti e di Carretta per gli umbri.

CARPI-ASCOLI 4-2. Vittoria squillante del Carpi di Calabro, che torna in zona playoff sfruttando a dovere i gol dei due attaccanti l’anno scorso in Serie D, ossia Carletti e Malcore. In grande spolvero soprattutto questo ultimo, autore addirittura di un tris; dell’ex attaccante della Pergolettese il 4-2 finale, giunto dopo che gli ascolani erano passati in vantaggio con Parlati e avevano trovato il momentaneo 2-2 in chiusura di primo tempo col baby Favilli.

NOVARA-PRO VERCELLI 0-1. Le Bianche Casacche decidono di risollevarsi proprio nel giorno del Derby del Riso: la Pro conquista il successo a Novara 17 anni dopo l’ultima volta, addirittura 78 anni dopo l’ultima volta in Serie B. a decidere la contesa è il gol di Morra, che consente a Vives e compagni di ritornare a ridosso della zona salvezza.

ENTELLA-CESENA 2-2. La striscia di Castori prosegue, anche se il suo Cesena deve mangiarsi le mani per non aver saputo approfittare del doppio vantaggio siglato da Jallow; La Mantia e Diaw rimettono le cose a posto per la squadra chiavarese.

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*