ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Premier, il punto dopo l’11ª: City insaziabile; Antonio batte Mou e si rivaluta
Premier, il punto dopo l’11ª: City insaziabile; Antonio batte Mou e si rivaluta
Antonio Conte e Azpilicueta, Chelsea Premier League. theguardian

Premier, il punto dopo l’11ª: City insaziabile; Antonio batte Mou e si rivaluta

La giornata dei big match di Premier ha arriso ai “Teams in Blue”: vittorie di diversa importanza per il City sull’Arsenal e del Chelsea sullo United. L’analisi.

L’ANTIDOTO CONTRO MOU È MORATA: CONTE TRA UN VAFFA E IL RITORNO AL SORRISO. Dalle stalle alle stelle in meno di una settimana. A quattro giorni dallo scoppola dell’Olimpico che rischiava di ridimensionarli in Champions League e non solo, Antonio Conte e il suo Chelsea si sono ripresi e hanno deciso di dare una scrollata al periodo complicato.

L’1-0 allo United targato da Alvaro Morata, il nueve decisamente più criticato degli ultimi giorni, ha un peso specifico notevole per vari motivi: è arrivato contro una diretta concorrente per il titolo; è arrivato come pronto riscatto alle critiche pesanti della settimana; è arrivato contro il nemico pubblico numero uno di mister Conte, quel José Mourinho che nonostante il passaggio allo United a Stamford Bridge non è stato mai del tutto dimenticato.

Sarà per tutti questi motivi che a fine partita il tecnico leccese si è lasciato andare a un vaffa… liberatorio  dopo una partita di grande freschezza tattica e di puro agonismo da parte dei suoi. Non solo: il culmine è stato il “no hand” a Mourinho, col portoghese che all’inizio lo ha aspettato a bordo campo e l’italiano che se l’è goduta coi suoi giocatori. Tutto normale ma non troppo: intanto il Chelsea è a 22 punti, a -1 proprio dai Red Devils e dal Tottenham: le inseguitrici del City, eccole qui.

IL CITY CHE DICE GRAZIE E SE NE VA. Guardiola ringrazia Conte e se ne va beatamente in fuga: troppo City infatti per sperare che l’altra grande parte della Londra calcistica, l’Arsenal, facesse lo scherzetto e riassestasse la classifica di Premier League.

3-1 e quota gol fatti che arriva a 38: spaventoso! Certo, ci sono stati due aiutini, come il generoso rigore concesso per il fallo di Monreal su Sterling e l’offside di David Silva in occasione del gol finale di Gabriel Jesus. Ma quella Citizens è davvero una macchina di guerra impressionante: al momento, con 8 punti di vantaggio sulle seconde, è difficile pensare a un epilogo di Premier League diverso.

TORNANO A BATTERE SPURS E REDS. Vittorie importanti per il Tottenham, di nuovo secondo con l’1-0 al Crystal Palace (l’eco del trionfo di Wembley sul Real si sente ancora!) e per il Liverpool, 4-1 in casa del disastrato West Ham (ancora doppio Salah; anche la Premier dei Reds torna a farsi interessanti).


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*