ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour of the Alps 2018, presentata l’edizione n.42
Tour of the Alps 2018, presentata l’edizione n.42

Tour of the Alps 2018, presentata l’edizione n.42

Sei mesi dopo il grande successo mediatico e sportivo dell’edizione 2017 vinta da Geraint Thomas, si alza il sipario sul Tour of the Alps 2018, la nuova formula del Giro del Trentino in programma da lunedì 16 a venerdì 20 aprile prossimi. Gli organizzatori del GS Alto Garda, assieme ai rappresentanti dell’Euregio Tirolo-Trentino-Alto Adige, sono i promotori di questa nuova iniziativa classificata 2.HC, che si pone l’obiettivo di valorizzare questi magnifici territori e diffondere la loro natura, la loro storia e la loro cultura in tutto il mondo.

Ideato nel 1962 (a Enzo Moser la prima edizione), il Giro del Trentino ne ha fatta di strada finora. Tanti i campioni, infatti, che hanno trionfato qui prima di far faville sulle strade del Giro d’Italia: da Francesco Moser a Giuseppe Saronni, da Gianni Bugno a Claudio Chiappucci, da Paolo Savoldelli a Francesco Casagrande, da Gilberto Simoni a Damiano Cunego, da Vincenzo Nibali fino a Cadel Evans e Geraint Thomas, vincitore dell’edizione 2017.

Scopriamo il percorso 2018, con 714 km totali e 13100 metri di dislivello: tappe brevi, salite quotidiane e squadre composte da soli sette corridori renderanno la corsa incerta ed accattivante. Si parte da Arco nella prima tappa che si conclude a Folgaria dopo 135 km caratterizzati da due lunghi Gran Premi della Montagna di Andalo e Serrada, l’ultimo dei quali a soli sei chilometri all’arrivo. Il secondo giorno è la volta della Lavarone – Fiemme/Alpe di Pampeago, frazione facile per tre quarti di gara, ma che si inasprisce nel finale con la scalata alla vetta dolomitica.

Da Ora a Merano è la terza tappa, con due salite da affrontare nel finale (Passo della Mendola e Passo Palade) che contribuiranno ad una ulteriore selezione. Il quarto giorno, da ChiusaLienz, è il più semplice, con il solo Bannberg nel finale a rendere frizzante il tracciato prima dell’ultima tappa in cui si deciderà la classifica generale. È la Rattenberg – Innsbruck, 161,6 chilometri che rappresentano un assaggio del prossimo Mondiale in cui gli scalatori potranno dire la loro: nel finale saranno affrontate tre tornate del circuito iridato con la salita di Igls, prima dei dodici chilometri finali interamente in discesa.

A caratterizzare l’intera manifestazione, il ricordo di Michele Scarponi, che proprio qui lo scorso aprile conquistò la sua ultima vittoria appena pochi giorni prima di morire. In sua memoria nasce il Premio Team Up, che sarà assegnato alla squadra che avrà espresso il miglior impegno corale. Un modo per esaltare quei valori dell’altruismo e della solidarietà che hanno caratterizzato lo scalatore marchigiano come uomo e come sportivo.

Le tappe con tutte le altimetrie e le planimetrie.

Tappa 1 – Lunedì 16 aprile: Arco – Folgaria, km 134,6

Tappa 2 – Martedì 17 aprile: Lavarone – Fiemme/Alpe di Pampeago km 145,5

Tappa 3 – Mercoledì 18 aprile: Ora/Auer – Meran-o km 138,3

Tappa 4 – Giovedì 19 aprile: Chiusa/Klausen – Lienz km 134,3

Tappa 5 – Venerdì 20 aprile: Rattenberg – Innsbruck km 161,6

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*