ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Playoff Mondiali 2018: notte bianca, a godere sono Svizzera e Croazia
Playoff Mondiali 2018: notte bianca, a godere sono Svizzera e Croazia
Svizzera, Playoff Mondiali 2018. lequipe.fr

Playoff Mondiali 2018: notte bianca, a godere sono Svizzera e Croazia

Playoff Mondiali 2018, 90’ di digiuno e la qualificazione è matematica: Svizzera e Croazia volano in Russia grazie ai due 0-0 contro Irlanda del Nord e Grecia.

SVIZZERA-IRLANDA DEL NORD 0-0. I rossocrociati possono festeggiare: al Sankt Jakob di Basilea la Svizzera di Petkovic resta imbattuta e vola in Russia, dove giocherà il suo quarto mondiale consecutivo. Ma quella contro l’Irlanda del Nord non è stata affatto una passeggiata di salute: a cementificare il pass con un salvataggio sulla linea salva-risultato e salva-qualificazione è stato il milanista Ricardo Rodriguez, bravo a ricacciare fuori dalla linea la capocciata a botta sicura di Evans.

La nazionale di Michael O’Neill parte fortissimo, in modo praticamente opposto rispetto alla prova opaca di Belfast dello scorso giovedì, ma poi la Svizzera prende le misure e comincia a prendere il sopravvento, anche se Seferovic prima per due volte con propri errori e Shaqiri e Zuber poi non riescono a inquadrare la porta.

Nella ripresa la Green and White Army capisce che è il momento di osare: sono Washington e Saville a presentarsi con maggior insistenza dalle parti del portiere Sommer. Poi sale in cattedra Embolo, che subentra all’inconcludente Seferovic e in 8’ si fa vivo per due volte dalla parte di McGovern.

La Svizzera potrebbe festeggiare ma al 91’ il Sankt Jakob tira un sospiro di sollievo gigantesco quando Rodriguez salva tutta la patria immolandosi a ridosso della propria porta. Gli elvetici volano di nuovo a un Mondiale.

GRECIA-CROAZIA 0-0. C’erano solo 90’ da passare per sancire ufficialmente una qualificazione già abbondantemente decisa dal 4-1 di Zagabria: ad Atene infatti la Croazia svolge il suo compitino, resta imbattuta e con lo 0-0 vola agevolmente al Mondiale in maniera strameritata.

Il discorso come detto era già stato chiuso all’andata: Modric e compagni dovevano solo gestire il risultato, con gli ellenici mai troppo pericolosi dalle parti di Subasic. L’unica emozione di una gara avara in quanto a spettacolo  è stato il palo colpito dall’interista Ivan Perisic con un gran sinistro da fuori area.

Nella Croazia “italiana” da segnalare il rientro in campo dello juventino Mario Mandzukic


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*