ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Mondiali Russia 2018, Perù ultima qualificata: eliminata la Nuova Zelanda
Mondiali Russia 2018, Perù ultima qualificata: eliminata la Nuova Zelanda

Mondiali Russia 2018, Perù ultima qualificata: eliminata la Nuova Zelanda

Proviene dal Sudamerica l’ultima qualificata ai Campionati Mondiali di Russia 2018: è il Perù, che al termine del doppio confronto andata e ritorno ha avuto la meglio della Nuova Zelanda nel play-off intercontinentale, conquistando in tal modo l’ultimo pass utile a prendere parte alla prossima manifestazione iridata.

È l’Estadio Nacional di Lima ad ospitare il match di ritorno, dopo i centottanta minuti dell’andata terminati a reti inviolate. Davanti al proprio pubblico, la nazionale andina ha l’occasione d’oro di tornare al Mondiale oltre trent’anni dopo l’ultima volta e non se la lascia sfuggire. Pur prova del suo condottiero Guerreiro, è lei a fare il gioco ed è lei a trovare la rete del vantaggio alla mezz’ora di gioco grazie all’attaccante Jefferson Farfan, che getta alle spalle dell’estremo difensore avversario la palla servita perfettamente da Christian Cueva.

Arriva nella ripresa, poi, la rete che sancisce il definitivo Ko per gli oceanici: ancora Cueva è il protagonista dell’azione, serve un assist dalla bandierina del calcio d’angolo per Christian Ramos e quest’ultimo non sbaglia: è 2-0. Inutili i tentativi finali dei neozelandesi, che per la seconda volta consecutiva devono rinunciare ad un Mondiale proprio al turno dei play-off: quattro anni fa era stato il Messico ad eliminarli, stavolta è il Perù.

Quest’ultimo torna a disputare la fase finale della competizione iridata per la quinta volta, sebbene l’ultima sia ormai datata: era il 1982, quando fu inserito nel girone dell’Italia (l’incontro terminò sul punteggio di uno pari) che poi andò a vincere il suo terzo Mondiale. Con il Perù si completa il quadro delle qualificate a Russia 2018, un quadro privo di diverse rappresentanti che hanno mancato clamorosamente la qualificazione: pensiamo all’Italia, ovviamente, la più eccellente delle escluse, ma pensiamo anche all’Olanda forte delle sue tre finali perse (l’ultima nel vicino 2010) o agli Stati Uniti che negli ultimi decenni sono sempre stati presenti all’appuntamento.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*