ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 15ª giornata: Bari e Parma volano in testa; Perugia e Pescara rinfrancati
Serie B, 15ª giornata: Bari e Parma volano in testa; Perugia e Pescara rinfrancati
Parma Serie B. lagazzettadiparma

Serie B, 15ª giornata: Bari e Parma volano in testa; Perugia e Pescara rinfrancati

Nuova giornata e nuovo ribaltone in vetta alla Serie B: Bari e Parma si prendono la leadership di prepotenza; vittorie squillanti anche per Grifone, Zeman ed Empoli.

PARMA-ASCOLI 4-0. Un poker che mette in fila pure l’Ascoli e proietta il Parma del nuovo patron Jiang Lizhang in vetta alla Serie B. i ducali ottengono il 5° successo nelle ultime sei partite grazie al gol-apri partita di Iacoponi e alla goleada refertata da Insigne, Baraye e Munari nella ripresa. Anche senza Calaiò, ko nel riscaldamento, la squadra di D’Aversa. Ascoli semplicemente non pervenuto (anche un rigore sbagliato): è ancora ultimo, e la contestazione dei tifosi marchigiani si allarga.

NOVARA-BARI 1-2. I Galletti tornano a vincere lontano dalla Puglia dopo il ko di Brescia e il pari di Salerno e così facendo si issano in testa alla Serie B in coabitazione col Parma (in attesa del Palermo): la squadra di Grosso vola il Piola di Novara con i gol di Petriccione e di Anderson – il migliore in campo – nella ripresa; inutile per i piemontesi il gol al 97’ dell’ex Maniero.

ENTELLA-VENEZIA 0-0. L’Entella di Aglietti riesce a frenare la corsa del Venezia e a conquistare il secondo pari di fila. I lagunari di Inzaghi non brillano nel pomeriggio chiavarese ma si confermano squadra solida e fanno un altro passettino nella corsa verso i playoff.

EMPOLI-CESENA 5-3. Spettacolo puro al Castellani, dove l’Empoli ruggisce in faccia al Cesena e torna prepotentemente in corsa per la promozione. È la premiata ditta Donnarumma-Caputo a scardinare la difesa cesenate: l’ex salernitano approfitta del doppio scivolone della retroguardia bianconera e nel primo tempo fa 1-0; nella ripresa trasforma il rigore prima che Caputo faccia tris. Fazzi prova a riportare in partita la squadra di Castori, ma con due azioni bellissime in due minuti Zajc prima e capitan Krunic poi affossano i romagnoli, che solo a tempo praticamente scaduto hanno un nuovo sussulto con Jallow e Moncini. Vivarini esulta.

PERUGIA-CARPI 5-0. Torna a vincere dopo due mesi, il Perugia di Roberto Breda, che davanti ai 7500 del Renato Curi si scrolla di dosso la crisi a suon di gol. Il Carpi di Calabro è annientato dalle reti di Buonaiuto e Bandinelli, dalla doppietta di Di Carmine a cavallo fra primo e secondo tempo e dal sigillo di Han. L’ultima vittoria degli umbri risaliva all’1-0 del 23 settembre contro il Frosinone, da allora sei sconfitte e due pareggi: che il periodo nero sia ormai archiviato?

PESCARA-PRO VERCELLI 3-1. Ritrova il sorriso in casa anche il Pescara di Zeman: il Delfino torna a vincere all’Adriatico grazie al solito show di Pettinari (doppietta che gli fa toccare quota 10 nella classifica marcatori) e al gol di Capone e torna a viaggiare a ritmi più sereni. Per la squadra di Grassadonia inutile il gol della bandiera di Morra.

BRESCIA-SPEZIA 1-1. Al Rigamonti vince la tensione: Brescia e Spezia non riescono a scavalcarsi e il risultato alla fine è 1-1. Il solito capitan Caracciolo con un gran colpo di testa illude le Rondinelle nella ripresa, visto che il vantaggio lombardo dura appena 6’, tempo per Ammari appena subentrato di pareggiare i conti.

FOGGIA-TERNANA 1-1. Alla Ternana non riesce il colpaccio allo Zaccheria, dove il Foggia riesce a riequilibrare il vantaggio immediato di TRemolada col colpo di testa in tuffo di Beretta.

FROSINONE-AVELLINO 1-1. Un altro 1-1 aveva aperto la giornata: quello dell’anticipo del Benito Stirpe tra Frosinone e Avellino. Ospiti in vantaggio con Castaldo (rigore contestatissimo); pareggio nella ripresa di Dionisi.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*