ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions, 5ª giornata: Juventus-Barcellona 0-0, ai bianconeri servirà l’ultimo turno
Champions, 5ª giornata: Juventus-Barcellona 0-0, ai bianconeri servirà l’ultimo turno
23.11.2017 - Torino - Champions League - Juventus-Barcellona nella foto: Paulo Dybala

Champions, 5ª giornata: Juventus-Barcellona 0-0, ai bianconeri servirà l’ultimo turno

Servirà l’ultimo turno alla Vecchia Signora per sapere se potrà essere agli ottavi di Champions: lo 0-0 di Juventus-Barcellona rimanda tutto alla trasferta in Grecia.

Allo Stadium finisce 0-0 e il pari con gli occhiali regala la leadership e la conseguente festa ai blaugrana, che vanno agli ottavi da primi del girone. La Juve invece dovrà sudarsela per altri 90’: nella trasferta di Atene in casa dell’Olympiakos fra due settimane potrebbe bastare anche un pari, a patto però che lo Sporting non faccia il miracolo al Camp Nou. Sarebbe meglio vincere, quello che stasera i bianconero non sono riusciti a fare.

Allegri opta inizialmente per un 3-4-2-1 che premia Cuadrado a tutta fascia e offre a Douglas Costa l’occasione per mettersi finalmente in mostra (sacrificando Mandzukic), mentre dall’altra parte Valverde decide di non affondare il colpo e tiene sua maestà Messi addirittura in panchina. Il risultato è una partita con poche emozioni già nel primo tempo: l’ex Bayern sembra in palla, ma si spegne poi tra i soliti guizzi che sanno da frizzi e lazzi; Piqué giganteggia in faccia a un abulico Higuain e anche Dybala – l’eroe della sfida di sette mesi fa – è evanescente; le ali Cuadrado e Alex Sandro non solo spingono male ma lo fanno con tanta imprecisione nei passaggi.

Le uniche grandi emozioni del primo tempo stanno nel tiro di Douglas sventato da Ter Stegen a inizio partita; nella punizione velenosissima dalla trequarti di Rakitic che incoccia sul palo e nel funambolico guizzo orchestrato al 43’ dalla Joya, che avvia l’azione ma poi tira alto sulla traversa.

Nella ripresa la Juve inizia ancor più contratta, con il centrocampo che non riesce a fare filtro e Rugani che s’inventa il salvataggio della vita su un cross di Digne dopo scivolone di Cuadrado. La Signora non si accende, se non su qualche tocco che però dalla trequarti in su non si concretizza. Ogni tanto l’interruttore lo preme Dybala, che bene o male ci mette sempre lo zampino quando i bianconeri superano il centrocampo. A una manciata di minuti dal 90’, la Joya raccoglie l’assist da sinistra di Alex Sandro e calcia splendidamente all’angolino ma Ter Stegen stavolta (non come a marzo) gli dice di no.

Finisce 0-0, con una notizia la Juve chiude una partita con la porta inviolata (aveva subito 8 gol nelle ultime 9 partite) e con un Benatia sontuoso per forma e concentrazione e per forza di cose migliore in campo. C’è poi la più bella cartolina della serata: lo Stadium intero che applaude l’ingresso in campo di Messi e soprattutto l’uscita di Don Andres Iniesta, che anche stasera ha trattato il pallone con guanti di velluto. Sportività, prima di tutto: per gli ottavi invece è tutto rimandato.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*