ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Italbasket, colpaccio in Croazia: nuovo successo verso i Mondiali 2019
Italbasket, colpaccio in Croazia: nuovo successo verso i Mondiali 2019

Italbasket, colpaccio in Croazia: nuovo successo verso i Mondiali 2019

È una grande Italbasket, quella che batte la Croazia nel secondo incontro valido per le qualificazioni ai Campionati Mondiali che si terranno in Cina nel 2019: la nazionale azzurra espugna il parquet di Zagabria per 80-64 al termine di una prova coraggiosa e assai convincente.

Contro la Romania, nonostante il successo, bene a metà: non positivi i minuti di sofferenza finale, per cui il commissario tecnico Meo Sacchetti aveva ammonito i suoi di tenere alta la concentrazione fino all’ultimo secondo. Detto fatto. I nostri cestisti si rendono protagonisti di una grande prova contro la squadra balcanica, ottenendo un’affermazione che vale moltissimo in ottica qualificazione alla seconda fase. È Amedeo Della Valle il miglior marcatore della serata: ben 25 i punti messi a segno, ma tutti gli azzurri meritano un applauso.

Eppure i primi minuti di gioco sono tutt’altro che incoraggianti: croati più pimpanti e più precisi in attacco, italiani superficiali in fase difensiva. Nel primo quarto l’unico dei nostri a salvarsi è Alessandro Gentile, autore di 10 dei 15 punti dell’Italia. Ma nel secondo quarto è tutta un’altra storia, complice l’ingresso dei propositivi Brian Sacchetti, Paul Biligha e Christian Burns, uniti alla vena realizzativa che improvvisamente si accende (e non si spegne più) di Della Valle.

I padroni di casa sono demoralizzati, i nostri ne approfittano e chiudono il terzo quarto a più tredici lunghezze, allungando ancora al termine del match terminato con il punteggio di 64-80. Una vittoria che dà morale: abbiamo battuto quella che sulla carta è la squadra più forte del girone, per giunta già sconfitta nel match inaugurale contro i Paesi Bassi.

Nel Girone si qualificano le prime tre su quattro, che poi andranno ad incrociare le qualificate del gruppo adiacente composto da Polonia, Lituania, Ungheria e Kosovo: le prime tre delle sei voleranno ai Mondiali 2019 in Cina, le prime due anche ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*