ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Nuoto, Assoluti Invernali 2017: è il giorno dell’addio di Magnini
Nuoto, Assoluti Invernali 2017: è il giorno dell’addio di Magnini

Nuoto, Assoluti Invernali 2017: è il giorno dell’addio di Magnini

Tanti risultati di valore, ma è l’addio al nuoto di Filippo Magnini a tenere banco nella seconda giornata dei Campionati Italiani Assoluti Invernali di scena a Riccione: ecco il resoconto conclusivo.

All’età di 35 anni e dopo ben 27 passati in vasca, Filippo Magnini capisce che è il momento giusto per dire addio allo sport che tante soddisfazioni gli ha e ci ha regalato: il vincitore di due ori mondiali consecutivi nel 2005 e nel 2007 nei 100 sl, oltreché del bronzo olimpico nella staffetta 4×200 sl ad Atene 2004, pone fine all’attività agonistica prendendo il microfono al termine della gara regina e ringraziando tutti per l’affetto mostrato in questi anni.

200 farfalla donne. È un’Alessia Polieri in grande spolvero, quella che si aggiudica la gara con il tempo di 2’05″29, sufficiente per lasciarsi alle spalle Ilaria Bianchi, seconda in 2’06″97, ed Ilaria Cusinato (2’07″84).

200 dorso uomini. Simone Sabbioni vince e convince: dopo aver fatto sue le distanze minori, si impone anche in quella più lunga fermando il tempo su 1’51″00, a pochi centesimi del primato italiano che a lui stesso appartiene. Lorenzo Mora è secondo in 1’51″68, Luca Mencarini terzo in 1’53″56.

200 rana donne. Francesca Fangio vince il titolo in 2’22″56 davanti a Giulia Verona (2’24″36) e Lisa Angiolini (2’24″48).

50 stile libero uomini. È Marco Orsi a prevalere in 21″52 al termine di una bella sfida con Lorenzo Zazzeri, lasciato dietro di appena un centesimo (21″53), A chiudere il podio è Andrea Vergani in 21″57, ancora lontano Luca Dotto (21″72).

100 dorso donne. Così la composizione del podio: Silvia Scalia prima in 58″39, Margherita Panziera seconda in 58″59; Tania Quaglieri terza in 58″93.

1500 stile libero uomini. Mancano i due big della specialità, i Gemelli Diversi Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri. Così la spunta Francesco Bianchi in 14’49″61 davanti al fondista Mario Sanzullo, argento iridato agli ultimi Mondiali nella 5 km, e Marcello Guidi (14’52″02), vincitore della seconda serie. Un altro fondista ai piedi del podio, Simone Ruffini (14’55″65).

100 misti donne. Dopo i 200 sl, Laura Letrari fa il bis in questa specialità chiudendo in 59″97 e lasciandosi alle spalle Ilaria Cusinato (1’00″42) ed Ilaria Bianchi (1’00″54)

200 misti uomini. Il giovanissimo Thomas Ceccon brucia le tappe e conquista il suo primo successo da senior vincendo in 1’54″7 davanti a Lorenzo Glessi (1’56″42) e Federico Turrini (1’57″18).

100 stile libero donne. Federica Pellegrini timbra il cartellino vincendo la specialità che l’ha lanciata (argento ad Atene 2004 a soli sedici anni) e quella con cui si appresta a dover fare i contin nell’ultima fase della sua carriera. La padovana vince in 52″64 superando Erika Ferraioli (53″69) e Aglaia Pezzato (54″02).

4×50 mista uomini. Vince in 1’32″05 l’Esercito formato da Simone Sabbioni, Fabio Scozzoli, Piero Codia e Lorenzo Zazzeri. A chiudere il podio troviamo FF Oro Roma (1’33″91) e SMGT Team Lombardia (1’34″00).


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*