ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > CDM Pista, 2^ giornata a Santiago: arrivano tre argenti azzurri
CDM Pista, 2^ giornata a Santiago: arrivano tre argenti azzurri

CDM Pista, 2^ giornata a Santiago: arrivano tre argenti azzurri

Seconda giornata di gare a Santiago del Cile, dove è in programma la quarta tappa di Coppa del Mondo di ciclismo su pista: ottime le prove degli atleti della nazionale italiana, che portano a casa tre medaglie d’argento. Vediamo tutti i risultati.

Cominciamo dal quartetto dell’inseguimento a squadre femminile: dopo il primo posto di Pruszkow e il secondo di Manchester, arriva un altro piazzamento d’onore anche nella trasferta sudamericana, in cui Elisa Balsamo, Simona Frapporti, Francesca Pattaro e Silvia Valsecchi si arrendono soltanto alle rivali della Nuova Zelanda. Superato il turno di qualificazione, le azzurre guidate dal ct Edoardo Salvoldi superano anche l’ostacolo Giappone nella semifinale, andandosi poi a scontare contro le oceaniche nell’ultimo atto: hanno la meglio queste ultime con il tempo di 4’17″804 (contro il nostro 4’19″415), ma il risultato permette all’Italia di restare in testa alla Coppa del Mondo di specialità dopo quattro delle cinque prove.

Elisa Balsamo regala il bis. Dopo l’argento con le compagne, va a prendersi tuta sola un’altra medaglia dello stesso metallo nella gara dell’omnium. La giovane connazionale ottiene un quinto posto nello scratch, un settimo nella Tempo race ed un terzo nella corsa ad eliminazione. All’ultima manche è straordinaria e vince la corsa a punti, ma non riesce a scalzare la giovanissima giapponese Yumi Kajihara, che per due lunghezze va a conquistare la medaglia d’oro. A chiudere il podio è l’ucraina Tetyana Klimchenko (119 punti).

Si fanno rispettare anche gli uomini, più precisamente Francesco Lamon e Michele Scartezzini, che ottengono un ottimo secondo posto nel madison. A vincere sono i i neozelandesi Thomas Sexton e Campbell Stewart (32 punti), ma grazie alla vittoria nell’ultimo sprint, i nostri si piazzano immediatamente dietor, superando proprio in extremis gli austriaci Andreas Graf e Andreas Muller, terzi (20).

Per quanto riguarda le altre finali, la Russia (Yakushevskiy Pavel, Dmitriev Denis, Perkins Shane Alan) si aggiudica la velocità uomini davanti a Francia e Corea. Il giapponese Yuta Wakimoto è primo nel keirin uomini davanti all’ucraino Andrii Vynokurov e al ceco Pavel Kelemen (dodicesimo Francesco Ceci). Nella velocità individuale donne, infine, successo dell’ucraina Liubov Basova sulla russa Daria Shmeleva e sulla coreana Hyejin Lee.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*