ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > CDM Scherma, tre medaglie azzurre dal Grand Prix di spada a Doha
CDM Scherma, tre medaglie azzurre dal Grand Prix di spada a Doha
Doha, 10 December 2017 GRAN PRIX EPEE Photo Augusto Bizzi

CDM Scherma, tre medaglie azzurre dal Grand Prix di spada a Doha

È indubbiamente positivo il weekend della spada italiana impegnata nel Grand Prix FIE di Doha: sulle pedale qatariote arriva il secondo posto tra le donne firmato da Mara Navarria e i due terzi posti tra gli uomini con Paolo Pizzo e Stefano Santarelli.

Donne. C’è l’ambasciatore italiano in Qatar Pasquale Salzano a dare il benvenuto agli azzurri e questi ultimi non sfigurano affatto nell’ultima prova dell’anno solare per quanto concerne la spada. Dopo il grande successo ottenuto da queste parti nel 2015, Mara Navarria va vicinissima al bis, sfiorando anche la seconda vittoria della stagione dopo quella conquistata a Tallinn nella gara inaugurale.

Ad ostacolare l’azzurra verso il successo è la romena Ana Popescu, argento olimpico a Pechino 2008, che dopo aver fermato agli ottavi la bicampionessa mondiale Rossella Fiamingo per 15-7, riesce a piegare anche l’altra nostra connazionale con il punteggio di 10-6.

Peccato per la nostra portacolori, che aveva superato brillantemente il turno di qualificazione, prima di eliminare la kazaka Assel Alibekova per 15-10, la spagnola Dora Kiskapusi per 15-11, la giapponese Ayaka Shimookawa per 15-8, l’ucraina Olena Kryvytska per 15-11 e la sudcoreana Choi Injenong per 15-10. Proprio quest’ultima sbarra la strada ai quarti di finale a Giulia Rizzi, fino a quel momento protagonista di un’ottima gara, mentre la già citata Fiamingo si arrende, come già ricordato, alla poi vincitrice della gara.

Uomini. Due italiani riescono a salire sul podio e sono Paolo Pizzo ed Andrea Santarelli, che dopo una serie di assalti perfetti si arrendono a due sudcoreani, vale a dire il campione olimpico Park Sangyoung e il connazionale Jinsun Jung. Proprio il primo si impone poi in finale sul suo compagno di squadra, il quale, dal canto suo, reca un dispiacere ad un altro del clan azzurro, Enrico Garozzo, fermato ai quarti di finale.

Un anno comunque molto positivo per Paolo Pizzo, ritornato dopo cinque anni sulla vetta del mondo dopo il titolo di Lipsia, nonché su quella del ranking mondiale. Andrea Santarelli, invece, riscatta le ultime uscite non brillantissime, compresa l’opaca prova di Legnano poche settimane fa, dimostrando di sapersela cavare con i migliori atleti della specialità.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*