ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Sorteggi Europa League, ottavi: ahi Atalanta, c’è il Dortmund; tedesca anche al Napoli. Ok Lazio e Milan
Sorteggi Europa League, ottavi: ahi Atalanta, c’è il Dortmund; tedesca anche al Napoli. Ok Lazio e Milan

Sorteggi Europa League, ottavi: ahi Atalanta, c’è il Dortmund; tedesca anche al Napoli. Ok Lazio e Milan

Sorteggi Europa League, per Atalanta e Napoli rischio-tedesche: alla Dea tocca il Borussia Dortmund; agli azzurri il Lipsia. Completano Milan-Ludogorets e Lazio-Steaua Bucarest.

Nell’urna di Nyon Atalanta, Lazio e Milan si presentavano come teste di serie, dopo aver passato il turno come prime del proprio girone; in seconda fascia c’era invece il Napoli, reduce dall’eliminazione cocente dalla Champions League.

LE DUE URNE DI NYON. Questa nel dettaglio la composizione delle due urne.
Teste di serie: MILAN, LAZIO, ATALANTA, Villarreal, Arsenal, Salisburgo, Cska Mosca, Atletico Madrid, Lipsia, Sporting Lisbona, Lokomotiv Mosca, Braga, Viktoria Plzen, Athletic Bilbao, Salisburgo, Zenit.
Non teste di serie: Nizza, Celtic, Borussia Dortmund, Spartak Mosca, Aek Atene, Ludogorets, Copenaghen, Astana, Lione, Steaua, Marsiglia, Ostersund, Real Sociedad, Stella Rossa, Partizan.

TUTTI GLI ACCOPPIAMENTI. Questo l’elenco completo degli accoppiamenti:

Borussia Dortmund –ATALANTA

Nizza-Lokomotiv Mosca

Copenaghen-Atletico Madrid

Spartak Mosca-Athletic Bilbao

Aek Atene-Dinamo Kiev

Celtic-Zenit S. Pietroburgo

NAPOLI-Lipsia

Stella Rossa-Cska Mosca

Lione – Villarreal

Real Sociedad-Salisburgo

Partizan Belgrado-Viktoria Plzen

Steaua Bucarest-LAZIO

Ludogorets-MILAN

Astana-Sporting Lisbona

Ostersund-Arsenal

Marsiglia-Braga

IL BORSINO. Fra le italiane il peggior accoppiamento è quello capitato all’Atalanta: la Dea, reduce da un percorso trionfale e immacolato nel suo girone di Europa League, ha pescato dall’urna il Borussia Dortmund, nobile decaduta dalla Champions e candidata per blasone a essere fra le grandi dell’ex Coppa Uefa. I bergamaschi però hanno dalla loro due fattori: l’andata nel prestigioso Signal Iduna Park (e chissà con un gol in trasferta…) e l’andamento decisamente altalenante dei gialloneri di Peter Bosz, che fra l’altro all’ex Westfalenstadion si sono fatti rimontare da 4-0 a 4-4 in 25’ nell’ultimo derby della Ruhr con lo Schalke 04. Una roba incredibile, che a Bergamo alta terranno in considerazione.

Più agevole, ma non più di tanto, l’altro “Italia-Germania per club”: quello che vedrà opposte due squadre “retrocesse” dalla Champions League, cioè Napoli e Lipsia. Gli azzurri di Sarri se la vedranno contro la matricola tedesca che disputerà, dopo la prima Champions, la sua prima Europa League: sulla carta Hamsik&Co. hanno tutto per potercela fare, ma la storia europea di quest’anno insegna che non ci si può fidare di nessuno.

Decisamente meglio è andata al Milan e alla Lazio, che legheranno i loro destini europei a due squadre dell’Est Europa: rispettivamente i bulgari “brasiliani” del Ludogorets (tanta presenza verdeoro nei biancoverdi di Razgrad) e i rumeni della Steaua Bucarest. L’unica incognita è legata alla trasferta lontana, per il resto rossoneri e biancocelesti sono decisamente favoriti.

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*