ULTIME NEWS
Home > Mondiali > Mondiale per club 2017: brivido Real Madrid con l’Al Jazira, ma è finale col Gremio
Mondiale per club 2017: brivido Real Madrid con l’Al Jazira, ma è finale col Gremio
Foto Afp

Mondiale per club 2017: brivido Real Madrid con l’Al Jazira, ma è finale col Gremio

Sarà Real Madrid contro Gremio la finale del Mondiale per club 2017 di scena negli Emirati Arabi Uniti: le squadre spagnola e brasiliana, prime due teste di serie del torneo, rispettano i ruoli di favorite e si impongono nelle rispettive semifinali, guadagnandosi un posto per l’ultimo atto in programma sabato 16 alle 18.

Che brividi per il Real Madrid contro i padroni di casa dell’Al Jazira. La compagine emiratina esce a testa altissima dallo Stadio Hazza bin Zayed, rischiando di fare il colpaccio contro i campioni d’Europa e del mondo in carica. Quel che succede nel primo tempo dell’incontro è in certi casi surreale: dominio dei Blancos nei primi dieci minuti di gioco, quando il portiere avversario è costretto a compiere un miracolo dopo l’altro, impedendo il gol agli uomini di Zinedine Zidane.

Poi arrivano due gol, entrambi annullati dall’arbitro: il primo a Benzema per fallo di Cristiano Ronaldo, poco brillante quest’oggi, il secondo a Casemiro dopo aver consultato la var. E così prende coraggio l’Al Jazira e, pochi minuti prima dell’intervallo, riesce a bucare la porta avversaria grazie Romarinho, che manda in visibilio il pubblico di casa. Una volta tornati in campo, si rischia il colpaccio quando Boussoufa mette in rete la palla del 2-0, se non fosse che un lieve fuorigioco costringe il giudice di gara ad annullare.

Sulla distanza esce fuori la superiorità dei madrileni: dopo cinquanta minuti CR7 pareggia servito da Modric segnando la sesta rete nella storia della competizione (record). Dopo i tanti assalti fallliti da Benzema, Zidane pesca la carta vincente e manda in campo Gareth Bale, che dopo pochi minuti firma la rete del sorpasso: 2-1 Real, ed è finale!

A contendere alle Merengues il Fifa Club World Player sarà il Gremio, che sconfigge poche ore prima il Pachuca per 1-0: messicani brillanti per oltre un’ora grazie in particolare all’ispirato ex milanista Keisuke Honda, ma all’inizio dei temi supplementari ecco la decisiva rete del nuovo entrato Everton, che permette ai verdeoro di agguantare la terza finale della loro storia dopo quella vinta  nel 1983 e quella persa nel 1995.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*