ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 19ª giornata: Roma, che frenata! Il Cagliari azzanna l’Atalanta; primo urlo Benevento!
Serie A, 19ª giornata: Roma, che frenata! Il Cagliari azzanna l’Atalanta; primo urlo Benevento!
Cannavaro-Pellegrini Roma-Sassuolo, Serie A. mundodeportivo

Serie A, 19ª giornata: Roma, che frenata! Il Cagliari azzanna l’Atalanta; primo urlo Benevento!

Risultati squillanti nell’ultima giornata di Serie A del 2017: fra gli altri, Roma costretta al pari interno dal Sassuolo; successo esterno del Cagliari a Bergamo. Prima storica vittoria del Benevento.

FIORENTINA-MILAN 1-1 (giocata alle 12.30). Il programma dell’ultimo sabato di Serie A per quest’anno solare si è aperto col pareggio del Franchi fra la Viola e il Diavolo. I rossoneri riescono a interrompere la striscia di due ko consecutivi grazie al pareggio nel finale di Calhanoglu, che impatta il vantaggio di testa di Simeone a inizio ripresa.

ROMA-SASSUOLO 1-1. Si conclude male il 2017 della Roma: all’Olimpico i giallorossi non riescono ad andare oltre un amaro 1-1 col Sassuolo che li fa attardare ancor di più dal Napoli. È la gara degli ex: Di Francesco affronta per la prima volta da avversario la squadra che l’ha portato nel grande calcio; nel primo tempo il gol che spezza gli equilibri è dell’ex neroverde Pellegrini alla mezz’ora. A una decina di minuti dalla fine arriva il gol di Missiroli che gela tutto l’Olimpico romanista. Nel finale annullato col VAR il possibile 2-1 di Florenzi. Dopo il ko pesantissimo di Torino i giallorossi conoscono un’altra battuta d’arresto.

SAMPDORIA-SPAL 2-0. Tabù-Marassi finalmente sfatato per la Sampdoria: dopo oltre un mese, condito da 4 sconfitte e un pareggio in totale, i blucerchiati riconquistano l’agognata vittoria. Lo fanno con un doppio colpo di coda firmato dal veterano: in pieno recupero Fabio Quagliarella prende per mano la Doria, prima al 91’ trasforma il rigore concesso (con approvazione del VAR) per un fallo dubbio di Viviani su Ramirez, poi al 94’ cala il bis in contropiede. La squadra di Giampaolo raggiunge il 6° posto, quella di Semplici resta relegata nella zona ribollente della classifica.

ATALANTA-CAGLIARI 1-2. Vittoria tutta cinismo e orgoglio del Cagliari, che viola l’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo costringendo l’Atalanta a un ko che le manda di traverso il finale di un 2017 decisamente da favola. I sardi di Diego Lopez conducono un primo tempo pressoché perfetto con due tiri e due gol, quelli di Pavoletti al 6’ e dell’ex Padoin al 23’. La reazione dei nerazzurri bergamaschi, in versione turnover visto l’impegno di martedì in Coppa Italia col Napoli, viene premiata solo nel finale col gol di Papu Gomez al 92’. Al giro di boa il Cagliari arriva con 20 punti e una stabilità recuperata; per la Dea prima sconfitta dopo 6 giornate.

TORINO-GENOA 0-0. Il Toro domina ma non segna, il Genoa regge e ringrazia. L’unico pari con gli occhiali di giornata arriva all’Olimpico, dove va in scena il più classico degli assedi di frontiera: i granata prendono di mira la porta genoana con almeno 10 occasioni più o meno importanti, ma trovano davanti a sé un Perin super che abbassa la saracinesca su tutto. Ballardini torna in Liguria con un punto comodissimo, che porta a 12 i punti a referto in 6 partite. Per Mihajlovic invece l’astinenza da gol e l’assenza del Gallo Belotti continuano a farsi sentire sulla strada della continuità.

BOLOGNA-UDINESE 1-2. Altro importante successo esterno è quello che l’Udinese ottiene al Dall’Ara: i bianconeri friulani di Massimo Oddo rimediano all’autogol di Danilo coi gol di Widmer e di Lasagna, raggiungendo così il 5° successo consecutivo (ognuno dei quali sempre griffato dall’ex attaccante del Carpi).

BENEVENTO-CHIEVO 1-0. Eccolo qui, il tanto desiderato, sospirato, storico successo in Serie A: il Benevento urla di gioia stavolta al Vigorito, meritando complessivamente contro il Chievo e schiodando con Coda la tabella delle vittorie miseramente ferma dall’inizio del campionato sulla casella 0.

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*