ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Coppa Italia, quarti: Juventus-Torino 2-0, Signora per la 4ª volta in semifinale!
Coppa Italia, quarti: Juventus-Torino 2-0, Signora per la 4ª volta in semifinale!
Douglas Costa Juventus-Torino, Coppa Italia. sportinfoto

Coppa Italia, quarti: Juventus-Torino 2-0, Signora per la 4ª volta in semifinale!

Sarà Dea contro Signora nella semifinale di Coppa Italia: Juventus-Torino finisce 2-0, con un gol per tempo di Douglas Costa e Mandzukic (gol con VAR). Mihajlovic espulso per proteste!

Alla Juventus le statistiche da urlo, al Toro solo l’ennesima rabbia: i bianconeri raggiungono la quarta semifinale consecutiva di Coppa Italia e lo fanno dominando in lungo e in largo i granata, cui restano le briciole (solo un palo di Niang sull’1-0) e soprattutto le proteste sul secondo gol di Mandzukic, viziato a loro dire da un fallo troppo irruento di Khedira su Acquah a inizio stagione. Doveri si affida al VAR, poi convalida scatenando le furie di Sinisa Mihajlovic, visibilmente contrariato ed espulso. L’ennesimo epilogo da derby “rosso di rabbia” per il Toro: una costante delle ultime stagioni.

È la serata di Douglas Costa, che finalmente risulta decisivo: quando allo Stadium ci si aggira intorno al quarto d’ora Asamoah aziona Dybala, il tiro della Joya carambola su Baselli e diventa un invitantissimo assist per il brasiliano ex Bayern, che alza il gambone sinistro e fa partire un collo sinistro che fulmina Vanja Milinkovic.

Per i bianconeri sembra una serata sul velluto, con Dybala che pochissimi secondi dopo riparte in contropiede dopo un’altra invenzione di Douglas ma spara clamorosamente alle stelle. Poco dopo il palo di Niang che fa correre i brividi di freddo allo Stadium, in un primo sostanzialmente tranquillo e senza patemi dalle parti di Szczesny.

Nella ripresa si riparte col cambio Sturaro-Lichtsteiner: lo svizzero è decisamente più adatto sulla fascia destra rispetto allo spaesato ex Genoa, e si vede subito quando centra per Mandzukic, anticipato in corner da N’Koulou. Douglas Costa continua a essere ispiratissimo: da destra chiama Mandzukic all’appoggio in rete, ma il croato non è letale e butta alle ortiche un’occasione d’oro. In un’azione in fotocopia poco dopo è Matuidi, ben imbeccato da Dybala a sua volta ricevente da Douglas, a fare altrettanto.

Al 67’ arriva l’azione che di fatto affossa il derby: Mandzukic si ritrova libero di colpire e segnare con uno scavino, dopo un tiro di Dybala rimpallato ancora da Baselli, ma passano diversi minuti primo che l’arbitro convalidi con l’aiuto del VAR; Doveri viene infatti richiamato dall’assistenza e fa il consueto segno del rettangolo, con Mihajlovic che fa capolino e pretende giustizia; dopo aver visto però il fischietto indica ugualmente il centrocampo, ripetendo più volte «ha preso la palla», frase che scatena tutta l’ira di Mihajlovic e spinge l’arbitro ad allontanarlo dalla panchina, ove rimane il vice Attilio Lombardo.

La partita di fatto finisce qui, a parte un tiro insidioso del subentrato Higuain. La Juventus liquida agevolmente la pratica e si regala la semifinale con l’Atalanta con andata a Bergamo: la missione Coppa Italia si può ancora compiere.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*