ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Vuelta al Tachira 2018, poker Androni: Rivera primo a Michelena
Vuelta al Tachira 2018, poker Androni: Rivera primo a Michelena

Vuelta al Tachira 2018, poker Androni: Rivera primo a Michelena

La Androni Giocattoli – Sidermec – Bottecchia di nuovo grande protagonista alla Vuelta al Tachira 2018. Dopo la doppietta di Matteo Malucelli in volata e l’acuto di Ivan Sosa in salita, spetta al giovane Kevin Rivera centrare il poker per la Professional italiana di Gianni Savio: al costaricense la settima tappa della corsa venezuelana, quella con arrivo a Michelena.

Uno show continuo per gli alfieri al servizio dell’esperto manager torinese. In pianura come in salita, sono loro i dominatori della gara, seppur la classifica dice il contrario per via di una fuga bidone che il secondo giorno l’ha indirizzata in maniera diversa ed irreversibile. Per il diciannovenne centramericano si tratta della seconda vittoria in carriera, dal momento che la prima l’aveva conquistata pochi mesi fa in occasione di una frazione del Tour of China II.

Già allora si era capito che il ragazzo avrebbe avuto un futuro nelle corse a tappe e così ecco puntuale il secondo sigillo, ottenuto con l’autorità di un veterano: sull’impegnativo traguardo arriva a 45″ Manuel Medina, a quasi un minuto Heiner Parra. Di poco superiore ai sessanta secondi il ritardo del resto del gruppo: a vincerlo è ancora un uomo Androni, vale a dire Raffaello Bonusi, che da queste parti aveva vinto la sua prima corsa da pro’ un anno fa. Alle sue spalle, per la quinta piazza, arrivano Pedro Gutiérrez e Luca Chirico, terzo uomo della compagine azzurra.

In classifica generale sono sette i secondi che separano Pedro Gutiérrez e Ronald González, mentre a completare il podio virtuale è al momento Carlos Torres, con quasi un minuto di ritardo. Il primo uomo Androni, Kevin Rivera, è undicesimo a dodici minuti. Mancano sole tre frazioni al termine della Vuelta al Tachira e domani, in attesa della giornata decisiva, è probabile un nuovo arrivo in volata in cui i nostri atleti potranno nuovamente farsi valere.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*