ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 21ª giornata: Lazio imperiale! Quaglia-tris, è record. Il Crotone… sbanda l’Hellas
Serie A, 21ª giornata: Lazio imperiale! Quaglia-tris, è record. Il Crotone… sbanda l’Hellas
Luis Alberto Lazio-Chievo, Serie A. mundodeportivo

Serie A, 21ª giornata: Lazio imperiale! Quaglia-tris, è record. Il Crotone… sbanda l’Hellas

In attesa di Milan, Inter-Roma e Juventus, la Lazio si prende la copertina della domenica: 5-1 show al Chievo. Ma che Quagliarella: tripletta e record personale!

LAZIO-CHIEVO 5-1. È una Lazio bellissima e impressionante: in una parola, imperiale! L’undici di Simone Inzaghi stronca il Chievo, all’ennesima sconfitta nelle ultime 7, con una gara pazzesca. Nonostante l’infortunio di Ciro Immobile (ko per un guaio muscolare già al 7’, ma in campo per oltre mezz’ora) i biancocelesti si divertono e segnano a raffica, confermando i numeri stratosferici del loro campionato: media di 2,67 reti a partita! Raggiunta come? Coi gol di Luis Alberto che apre il pomeriggio all’Olimpico al 23’; dopo l’immediato pareggio clivense di Pucciarelli al 25’, la Lazio rimette la freccia e se ne scappa via. Sugli scudi un grandissimo Milinkovic-Savic, autore di una splendida doppietta (da vedere e rivedere il secondo gol); c’è gloria personale anche per Bastos (4ª rete, miglior difensore goleador del torneo) e Nani. Inzaghi, in attesa di notizie sul suo bomber, si gode una Lazio che vola altissima.

SAMPDORIA-FIORENTINA 3-1. A Marassi c’è un protagonista assoluto: si chiama Fabio Quagliarella. L’attaccante campano si porta il pallone a casa con un hat-trick da antologia: sono suoi i gol che di fatto livellano una Fiorentina impalpabile dal punto di vista difensivo. Giampaolo si gode un Gaston Ramirez sorgente preziosissima di gioco (tre assist) nonché chiaramente un Quaglia stratosferico – toccata quota 15 gol in campionato, record personale) e torna a vincere dopo il clamoroso ko di Benevento. I blucerchiati si confermano implacabili al Ferraris: 8 vittorie su 10 partite quest’anno.

SASSUOLO-TORINO 1-1. Un gol per tempo e al Mapei Stadium finisce 1-1 fra neroverdi e granata. Il Toro passa al 26’ con la zampata vincente di Joel Obi sugli sviluppi di un calcio di punizione; la squadra di Iachini che già aveva creato tantissimo trova il meritato pari al 54’ con un destro a giro imprendibile del redivivo Domenico Berardi.

UDINESE-SPAL 1-1. Stesso discorso anche alla Dacia Arena. Bianconeri friulani in vantaggio all’11’, con Samir che svetta di testa e ringrazia Gomis per nulla perfetto nello sventare la minaccia; gli Estensi biancazzurri, in maglia rossa oggi, nella ripresa trovano l’immediato pari col tap-in di Floccari al 48’ su conclusione di Antenucci; poi la squadra di Semplici costruisce e spinge tantissimo, ma non riesce a segnare il gol della vittoria. Gli ospiti tornano in Emilia con un altro mattoncino da mettere nell’edificio della salvezza, anche se ora sono terzultimi a 16 punti. La squadra di Oddo sale invece a quota 29 punti.

BOLOGNA-BENEVENTO 3-0. Il Bologna torna a sorridere al Dall’Ara: i felsinei di Donadoni approfittano dell’ennesima “anemia da trasferta” del Benevento e lo trafigge con un 3-0 inappuntabile. A parte il palo colto dal neo-sannita Guilherme, i rossoblù non subiscono e anzi segnano con Destro nel primo tempo e con De Maio e il “figliol prodigo” Dzemaili nella ripresa. A impreziosire la giornata bolognese i tre assist di Simone Verdi, capitano per un giorno dopo il “gran rifiuto” opposto a un suo trasferimento al Napoli.

VERONA-CROTONE 0-3. Nello scontro diretto per la salvezza il Crotone ottiene una vittoria pesantissima: 3-0 senza storie a un Hellas davvero impalpabile e inesistente. Al 3’ sblocca Barberis con una punizione da antologia sotto al sette; al 54’ Stoian e al 67’ Ricci chiudono la pratica. Prima del raddoppio calabrese l’espulsione, a dir poco assurda, di Bruno Zuculini: il centrocampista argentino si becca la terza espulsione stagionale (è il più cattivo della Serie A). a un quarto d’ora dalla fine la curva veronese si svuota e i tifosi se ne vanno. Zenga torna a casa con una grande prova dei suoi; Pecchia dall’altra parte rischia seriamente.

CLASSIFICA

54 Napoli; 50 Juventus*; 43 Lazio*; 42 Inter; 39 Roma**; 33 Sampdoria*;30 Atalanta; 29 Udinese; 28 Fiorentina, Torino, Milan*; 27 Bologna; 22 Chievo, Sassuolo; 21 Genoa*; 20 Cagliari*; 18 Crotone; 16 Spal; 13 Verona; 7 Benevento.

* una partita in meno
** due partite in meno


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*