ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 21ª giornata: Cagliari-Milan 1-2, Kessié rimonta e fa sorridere il Diavolo
Serie A, 21ª giornata: Cagliari-Milan 1-2, Kessié rimonta e fa sorridere il Diavolo
Kessié Cagliari-Milan, Serie A. mundodeportivo

Serie A, 21ª giornata: Cagliari-Milan 1-2, Kessié rimonta e fa sorridere il Diavolo

Diavolo, forse ci siamo con la svolta: Cagliari-Milan finisce 1-2 e regala ai rossoneri un altro tassello sulla strada della rinascita. Gattuso ringrazia il ribaltatore Kessié.

Anche tra le raffiche di vento in terra sarda la cura-Ringhio sembra stia funzionando a dovere, in casa Milan: da quando è arrivato il tecnico calabrese, il Diavolo non ha più perso, inanellando solo risultati positivi e confermando che nel 2018 i segnali per rinascere sul serio dopo un’annata finora disgraziata. In un sol colpo il Milan scavalca Udinese, Torino e Atalanta e si riavvicina con più prepotenza alla zona Europa. Rimandato invece il Cagliari: dopo la bella prova di carattere contro la Juventus e un buon primo tempo questa sera, la squadra di Diego Lopez si arena soprattutto sottoporta; coi punti in classifica che restano 20 la lotta-salvezza rischia di farsi dura anche per i Quattro Mori rossoblù.

A partire meglio è il Milan, con Cragno che dopo 6’ ribatte una punizione di Bonaventura, ma all’8’ è il Cagliari a passare in vantaggio con la complicità di un sorpreso Gigio Donnarumma: Barella ridicolizza Calabria e rientra sul destro, il tiro sul secondo palo è angolato ma non sembra irresistibile tuttavia Gigio parte in ritardo e va a farfalle. I rossoblù sono già in vantaggio col primo gol in terra cagliaritana in questo campionato per il sardo doc.

I rossoneri provano a imbastire una reazione, ma è ancora il Cagliari a spaventarlo. Al 19’ però Diego Lopez deve spendere il primo cambio: Sau dà forfait per un malanno fisico, dentro Farias. In successione poi un gran tiro in corsa di Kessié ben sventato da Cragno e la parata di piede (e d’istinto) di Donnarumma sullo stesso Farias.

L’ivoriano però è indiavolato e dalla mezz’ora fino all’intervallo si prende tutta la copertina: al 33’ il finora impalpabile Kalinic si conquista un prezioso rigore facendosi agganciare da Ceppitelli a pochi passi dalla porta di Cragno; sul dischetto va il centrocampista ex Atalanta, che senza esitazione spiazza il portiere sardo e fa 1-1. Al 41’ il ribaltone è completo, e sempre a firma Kessié: azione convulsa con Calabria che tira, nella carambola Kalinic fornisce un assist chissà quanto volontario al centrocampista che è ancora il più lesto e di sinistro fa 2-1. Per l’ivoriano è il quarto gol in questa stagione: la prima doppietta in rossonero che alla fine varrà oro.

La ripresa inizia col Cagliari che dovrebbe fare la partita, ma deve ringraziare ancora Cragno miracoloso su Bonaventura. Gattuso diventa tarantolato in panchina, ma i suoi gestiscono senza troppe difficoltà la situazione di vantaggio. Da segnalare nel finale i rossi per Ricardo Rodriguez (secondo giallo per un fallo di Faragò) e per Barella (fallo su Biglia); finisce insomma in dieci contro dieci, e con ben 9 ammoniti totali e con l’arbitro Guida che fa fatica a sanare il nervosismo.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*