ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 23ª giornata: Palermo, testa-coda e rilancio; l’Empoli cappotta il Bari
Serie B, 23ª giornata: Palermo, testa-coda e rilancio; l’Empoli cappotta il Bari
Bari-Empoli, Serie B. corrieremezzogiorno

Serie B, 23ª giornata: Palermo, testa-coda e rilancio; l’Empoli cappotta il Bari

Nella 23ª di Serie B il Palermo stende il Brescia con due gol apri-chiudi e consolida la vetta; Empoli corsaro a Bari; sussulto-Parma e successi importanti di Venezia e Foggia.

PALERMO-BRESCIA 2-0. In attesa del Frosinone, impegnato domani a Cittadella, il Palermo fa di nuovo la voce grossa e rimette le cose in chiaro in vetta alla Serie B: il 2-0 al Brescia vale l’aggancio a quota 43 punti in classifica. Apre Cionek al 3’, chiude Gnahoré al 93’; i rosanero di Tedino costringono così le Rondinelle al terzo ko di fila, la classifica dei lombardi torna a farsi pericolosa.

BARI-EMPOLI 0-4. Poker d’assi al San Nicola: a calarli però non è il Bari padrone di casa, bensì l’Empoli di Andreazzoli, che rimanda in crisi di identità gli incostanti pugliesi di Grosso. Gli azzurri toscani annichiliscono i Galletti con due gol per tempo: nel primo tempo Donnarumma e Caputo, nella ripresa Zajc e Ninkovic. L’Empoli ora è terzo in classifica con 40 punti; il Bari che sperava di salire di tanto in classifica resta inchiodato a 35 punti.

PARMA-NOVARA 3-0. Dopo lo scivolone di Cremona, il Parma torna a vincere e aggancia al quarto posto proprio i grigiorossi lombardi: troppo debole il Novara in versione esterna, alla terza sconfitta consecutiva lontano dal Piola. I ducali di D’Aversa indirizzano la gara sul finale di primo tempo con la deviazione di capitan Lucarelli e il rigore di Calaiò (nell’occasione espulso Mantovani); nella ripresa è il momento dell’ex Scavone, che cala il tris per il rotondo successo parmense.

VIRTUS ENTELLA-FOGGIA 1-2. Una vittoria soffertissima ma che è un toccasana per il Foggia di Stroppa: i Satanelli dominano in lungo e in largo a Chiavari segnando al 32’ con Kragl e al 58’ con Mazzeo, ma nel finale di gara si complicano la vita, con La Mantia che accorcia all’87’ e l’Entella che tiene in apprensione i pugliesi. Alla fine il Foggia vince e salta a quota 25 punti in classifica, al di sopra della zona playout.

VENEZIA-CESENA 1-0. Dopo ben 8 giornate i Leoni Alati tornano a ruggire: la squadra di Inzaghi torna a sfruttare il fattore-Penzo, battendo 1-0 il sempre più precario Cesena. L’mvp è Geijo, che al 71’ spacca la partita. La squadra di Castori ci prova nel finale ma non riesce a evitare l’ennesima sconfitta: la classifica per i romagnoli ora si fa pericolosa, vista la zona playout. Per gli arancioneroverdi invece il successo vale l’aggancio al Carpi a quota 32 punti in piena zona playoff.

PRO VERCELLI-ASCOLI 2-0. Due gol per tre punti pesantissimi: la Pro Vercelli del ritrovato Grassadonia, tornato in panchina dopo la parentesi di Atzori, torna al successo dopo oltre un mese e mezzo e 4 sconfitte di fila, strappando la vittoria all’Ascoli in quello che era uno scontro diretto vitale per la salvezza. Decidono la gara Castiglia nel primo tempo e Bifulco nella ripresa. Cosmi imbufalito: ora sono i suoi bianconeri marchigiani a essere ultimi in classifica.

CARPI-SPEZIA 2-1. Tutto in dieci minuti: al Cabassi il Carpi s’impone 2-1 sullo Spezia, scavalcandolo in classifica. Succede tutto fra il 70’ e il 78’: prima c’è il botta e risposta Mbakogu-Terzi; poi è Melchiorri, arrivato nella sessione invernale di calciomercato, a regalare il successo agli emiliani di Calabro.

AVELLINO-CREMONESE 0-0. Pari con gli occhiali al Partenio-Lombardi: i grigiorossi di Tesser, grande ex di turno, con questo punto consolidano la posizione playoff; per gli irpini di Novellino è un altro passettino verso le zone tranquille della classifica.

CLASSIFICA

Palermo 43; Frosinone*, Empoli 40; Cremonese, Parma 36; Cittadella*, Bari 35; Spezia, Carpi, Venezia 32; Pescara 31; Perugia 30; Salernitana*, Avellino 29; Novara 27; Foggia 25; Virtus Entella, Cesena 24; Brescia 23; Ternana*, Pro Vercelli 21; Ascoli 20.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*