ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 22ª giornata: Roma-Sampdoria 0-1, i blucerchiati inguaiano Di Fra
Serie A, 22ª giornata: Roma-Sampdoria 0-1, i blucerchiati inguaiano Di Fra
La Sampdoria trionfa a Roma, Serie A. Twitter

Serie A, 22ª giornata: Roma-Sampdoria 0-1, i blucerchiati inguaiano Di Fra

Il Baciccia bestia nera della Lupa: pochi giorni dopo l’1-1 di Marassi, Roma-Sampdoria a parti invertite termina 0-1. Giallorossi freddati da Viviano&Zapata e contestati.

La Roma di Eusebio Di Francesco si riscopre sempre più fragile: nella terza  partita in sette giorni, e nel remake del recupero disputato mercoledì al Ferraris, i giallorossi ambivano a qualcosa di più della prestazione scialba e degli zero punti di questa sera. La Roma però in questo momento è un paziente alla ricerca del medico giusto per guarire presto; la malattia persiste, acuita forse dalle debolezze mentali causate dalle voci di calciomercato, e i risultati si vedono in campo. Anzi, l’Olimpico non gradisce e, al 45’ e alla fine, fischia sonoramente i propri beniamini. Non un bel segnale, specie in prospettiva, anche se i giallorossi restano quinti a -3 dall’Inter.

La Sampdoria di Giampaolo è fenomenale nell’approccio: i blucerchiati sono indiavolati per tutto il primo tempo, con baricentro alto, fluidità di manovra e coraggio sottoporta. Al 9’ Caprari sfiora l’incrocio dei pali con un grandissimo tiro a giro. D’altronde, non è un mistero che nella prima mezz’ora il vero protagonista sia Alisson Becker: il portiere romanista si traveste da salvatore della patria in almeno tre occasioni, sventando dapprima su un tiro all’incrocio di Gaston Ramirez al 17’, sulla volée al veleno di Barreto un minuto dopo e sul potente diagonale sinistro di Zapata al 28’.

I giallorossi di Di Francesco sono visibilmente contratti: il problema è nella testa più che nelle gambe, coi capitolini che sono letteralmente impallati. Così, quando al 39’ Under centra dalla destra e trova l’intercetto col braccio largo di Bereszynski, il rigore che ne scaturisce sembra davvero un raggio di luna in una serata abulica. Dal dischetto però Florenzi vanifica tutto: tiro a mezza altezza non angolata e Viviano è bravissimo nel respingere. Al 45’ la Sampdoria va ancora vicinissima al vantaggio: Zapata per Caprari, l’ex romanista davanti ad Alisson si fa bloccare per due volte dai riflessi felini dello straordinario portiere verdeoro. La Roma va negli spogliatoi fra i mugugni dello stadio.

Nella ripresa però la squadra capitolina entra decisamente con un altro piglio: al 5’ Viviano respinge di faccia il tiro ravvicinato di Under, sulla prosecuzione Silvestre salva in tackle sul tap-in di El Shaarawy; al 10’ Pellegrini trova ancora la risposta del portiere doriano. Dopo la buriana a tinte romaniste, la Sampdoria ritorna ad acquietare la gara; coi ritmi che si abbassano i blucerchiati ri-escono fuori allo scoperto e addirittura colpiscono: Murru sguscia via sulla sinistra al subentrato baby Antonucci e scarica al centro dove Zapata scappa via dalla marcatura di Juan Jesus e gonfia la rete per la gioia di Marco Giampaolo. La Sampdoria si conferma: è lo spauracchio della Roma, che ora vede i blucerchiati a -4 dal suo quinto posto.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*