ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 24ª giornata: Frosinone, è vetta in solitaria! Il Venezia certifica la crisi del Bari
Serie B, 24ª giornata: Frosinone, è vetta in solitaria! Il Venezia certifica la crisi del Bari
Frosinone-Pescara, Serie B. alessioporcu.it

Serie B, 24ª giornata: Frosinone, è vetta in solitaria! Il Venezia certifica la crisi del Bari

La Serie B ha un solo nuovo padrone: il Frosinone approfitta del clamoroso del Palermo ieri a Empoli e vola in testa. Sconfitte pesanti per Bari, Parma e Cremonese.

EMPOLI-PALERMO 4-0 (giocata ieri). Doveroso passo indietro per raccontare il secondo capolavoro consecutivo dell’Empoli: gli azzurri di Andreazzoli, dopo aver violato magistralmente il San Nicola, confezionano un altro poker d’autore asfaltando al Castellani nientepopodimeno che il Palermo. I gol dell’ultimo arrivato Matteo Brighi e la tripletta di uno splendido Ciccio Caputo (19 gol in Serie B, nessuno come lui in questa stagione) danno ai toscani l’occasione giusta per issarsi al secondo posto in classifica a quota 43 punti, appaiati proprio ai rosanero di Tedino.

FROSINONE-PESCARA 3-0. Il Frosinone suggella il suo dominio: allo Stirpe arriva il 16esimo risultato utile consecutivo, e soprattutto la 5ª vittoria di fila che consente ai giallo-azzurri di Moreno Longo di volare in testa alla classifica di Serie B in solitaria. Dopo un primo tempo vivace il tris al Pescara di Zeman viene calato nella ripresa: a realizzarlo sono Ciano (che ha nel Delfino la sua vittima preferita dopo la doppietta dell’andata all’Adriatico), Terranova e Chibsah. Il prossimo sabato ciociari in trasferta a Bari: un’altra gara-verità.

VENEZIA-BARI 3-1. Dopo lo scivolone interno con l’Empoli, il Bari certifica la sua crisi in quel di Venezia: nella sfida fra allenatori campioni del mondo gli arancioneroverdi di Simone Inzaghi piegano 3-1 i biancorossi di Fabio Grosso con un primo tempo praticamente perfetto. Il gran gol dello sloveno Stulac e la doppietta in 5’ dello scatenato Litteri – acquisto doc del mercato invernale – indirizzano la gara nella prima frazione. Nella ripresa i pugliesi accorciano con Sabelli ma non riescono ad approfittare della superiorità numerica, con un Venezia inspiegabilmente colpito da un nervosismo che provoca i rossi per Litteri e lo stesso Inzaghi. Il Leone Marciano torna in zona playoff; i Galletti sono in crisi vera.

BRESCIA-PARMA 2-1. Un’altra squadra che continua a balbettare è il Parma. La squadra di D’Aversa non riesce a dare continuità e cade al Rigamonti contro un ottimo Brescia, che finalmente dal canto suo torna a vincere. A griffare la vittoria delle Rondinelle è la splendida doppietta di Ernesto Torregrossa; inutile il momentaneo pari di Fabio Ceravolo. Tre punti d’oro per i bresciani, che a 26 punti si portano in zona salvezza. I ducali invece restano a 36 punti mantenendo la zona playoff.

CREMONESE-PRO VERCELLI 2-3. Gol e spettacolo allo Zini, con la Pro Vercelli che fa il colpo e che si issa al terzultimo posto con 24 punti. Le Bianche Casacche fanno propria una contesa aperta e chiusa dai gol dei grigio rosso Scappini e Cavion; per gli uomini di Grassadonia vanno a segno invece Castiglia e Germano per due volte. Per i Violini di Tesser è una brusca battuta d’arresto sul sentiero verso i playoff: i grigiorossi lombardi perdono un’imbattibilità che durava da ben 9 turni.

NOVARA-ASCOLI 1-2. Altro sussulto pesante in fondo alla classifica è quello che fa registrare l’Ascoli, corsaro a Novara e capace di tornare a casa con tre punti preziosissimi. La squadra di Serse Cosmi abbandona l’ultimo posto in classifica ed è ora a -1 dalla zona salvezza. Accade tutto nel primo tempo: vantaggio gaudenziano con l’ex Benevento Puscas; in quattro minuti, fra 33’ e 37’, Buzzegoli e Monachello effettuano il controsorpasso marchigiano che fa felice il Picchio.

FOGGIA-AVELLINO 2-1. Altro 2-1, stavolta interno ma pur sempre pesante in zona salvezza, è quello che il Foggia ottiene contro l’Avellino. I Satanelli vincono ancora, e in rimonta, replicando al vantaggio di Asencio con le marcature di Greco e Mazzeo, con quest’ultimo che al 68’ riscatta il rigore fallito a fine primo tempo.

La squadra di Stroppa ritrova la vittoria tra le mura amiche, per l’Avellino nona gara senza vittorie in trasferta e astinenza che perdura.

SALERNITANA-CARPI 1-2. Il fatal Carpi: la squadra emiliana è ancora letale per la Salernitana, che dai biancorossi ha ricevuto l’eliminazione dalla Coppa Italia. La squadra di Calabro sbanca 2-1 l’Arechi e raggiungendo Bari e Venezia a 35 punti torna in corsa per i playoff. Prima dell’intervallo c’è il botta e risposta firmato da Poli e Sprocati. Il gol decisivo lo firma al 73’ Verna.

PERUGIA-CITTADELLA 1-3. Cittadella, una squadra formato trasferta: i granata di Venturato sono specializzati in partite extra-regione e vincono la 7ª partita lontano dal Tombolato. Stavolta a farne le spese è il Perugia di Breda. Nel primo tempo Kouamé porta in vantaggio il Citta; prima dell’intervallo arriva il pari di Cerri. Nella ripresa i veneti mettono la freccia coi gol di Schenetti e Strizzolo.

CLASSIFICA:

Frosinone 46 punti; Empoli e Palermo 43; Cittadella 38; Parma e Cremonese 36; Bari, Venezia e Carpi 35; Spezia* e Pescara 31; Perugia e Salernitana 30; Avellino 29; Foggia 28; Novara 27; Brescia 26; Entella, Cesena* e Pro Vercelli 24; Ascoli 23; Ternana* 22.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*