ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tirreno-Adriatico 2018, Roglic doma lo strappo di Trevi
Tirreno-Adriatico 2018, Roglic doma lo strappo di Trevi

Tirreno-Adriatico 2018, Roglic doma lo strappo di Trevi

Un finale scoppiettante premia Primoz Roglic: va all’atleta della LottoNL – Jumbo la terza tappa della Tirreno-Adriatico 2018, quella terminante sul duro traguardo di Trevi. Geraint Thomas (Team Sky) nuovo leader della classifica.

Dopo il primo sprint, subito frazione mossa alla Corsa dei Due Mari: è quella più lunga, dal momento che misura 235 km da Follonica fino a Trevi. Tanti gli strappetti previsti, compreso l’arrivo finale nel centro della cittadina in provincia di Perugia.

Cinque gli atleti in fuga: Jacopo Mosca (Wilier – Selle Italia), Nicola Bagioli e Sho (Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini), Dennis Van Winden (LottoNL – Jumbo) e Stepan Kurianov (Gazprom – RusVelo). Sale fino agli otto minuti il vantaggio dei battistrada, ma dietro cominciano a fare sul serio una volta entrati in territorio umbro. Prima di ciò, da segnalare una brutta caduta che coinvolge, tra gli altri, Gianni Moscon (Team Sky) e Rafal Majka (Bora – Hansgrohe): se il trentino poi riesce a rientrare, è costretto ad alzare bandiera bianca il polacco, ormai fuori dalla generale.

Ai meno dieci si affronta per la prima volta il micidiale strappo di Trevi (pendenze superiori al 20%) e qui viene ripreso l’azzurro Edoardo Zardini (Wilier-Selle Italia), che tenta una poco fruttuosa incursione solitaria sulle aspre pendenze. In vista dell’ultimo chilometro allunga Primoz Roglic: sembra non ci sia alcuna possibilità per lo sloveno, eppure quei pochi metri di vantaggio non sono facili da colmare. Gianni Moscon conduce l’inseguimento per Geraint Thomas, Adam Yates (Mitchelton-Scott) prova ad allungare a sua volta, ma per una manciata di secondi è Roglic a festeggiare una grande vittoria.

A 3″ arriva Yates, seguito poco dietro dal vincitore della Strade Bianche Tiesj Benoot (Lotto Soudal) e dallo stesso Thomas, che diventa il nuovo leader della classifica generale a pari tempo con Greg Van Avermaet (Bmc), il quale quest’oggi non è riuscito a tenere il ritmo dei primissimi. Un solo italiano in top ten: è Moscon, ottimo settimo.

Pagano nel finale i tre big Chris Froome (Sky), Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) e Fabio Aru (UAE Team Emirates). Domani tappa regina: si va da Foligno a Sasso Tetto (219 km), con le asperità di San Ginesio, Gualdo e Penna San Giovanni ed infine la salita di Sarnano lunga 14.2 km (con pendenza media del 5.8%), giudice supremo della corsa.

Ordine d’arrivo 3^ tappa:

Classifica generale:


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*