ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Parigi-Nizza 2018: tappa e maglia per Simon Yates
Parigi-Nizza 2018: tappa e maglia per Simon Yates

Parigi-Nizza 2018: tappa e maglia per Simon Yates

Simon Yates sbaraglia il campo alla Parigi-Nizza 2018: in occasione della settima e penultima tappa, il britannico della Mitchelton – Scott conquista il primo posto e con esso la maglia gialla di leader della classifica generale.

Cinque Gran Premi della Montagna, compreso l’arrivo in quota a Valdeblore La Colmiane (16.2 km al 6.2% di pendenza media): c’è terreno per attaccare e non si lascia sfuggire l’occasione uno dei due forti gemelli britannici, che taglia indisturbato il traguardo dopo l’egregio lavoro dei suoi compagni di squadra. Ne esce con le ossa rotta l’ormai ex leader Luis Leon Sanchez (Astana), che paga un ritardo superiore ai quattro  minuti e deve dire addio ad ogni sogno di vestire i panni di leader fino a Nizza (assieme a lui, stessa sorte per un altro aspirante al podio come Julian Alaphilippe della Quick Step Floors).

Dopo la consueta fuga che vede protagonisti corridori fuori classifica – tra gli altri, Tony Gallopin (Ag2R La Mondiale), Jarlinson Pantano (Trek-Segafredo), Alessandro De Marchi e Nicholas Roche (Bmc) e Thomas De Gendt (Lotto Soudal) – si decide sull’asperità finale la corsa. È Roman Kreuziger a tirare il gruppo che pian piano, sulle pendenze pedalabili ma mai banali dell’ascesa, si sgretola fino a ridursi sensibilmente.

Terminato il lavoro dell’atleta ceco, ecco partire il capitano Yates quando al traguardo manca un chilometro e mezzo, il quale con un vantaggio di otto secondi riesce ad avere la meglio di Dylan Teuns (Bmc) e Gorka Izaguirre (Bahrain – Merida). Resistono bene i non scalatori puri come Tim Wellens (Lotto Soudal), che paga all’arrivo soltanto 13″, mentre ne perde 46″ il campione uscente della corsa Sergio Henao (Team Sky).

Ma la corsa non è ancora finita: nell’ultima giornata sono in programma altre sei salite poste su un tracciato molto ridotto (soli 110 km). La sfida è apertissima, dal momento che Yates ha un vantaggio comunque molto limitato sui primi inseguitori (rispettivamente undici e dodici secondi sui fratelli Izaguirre e tredici su Wellens).

Ordine d’arrivo 7^ tappa:
1 Simon Yates (GBr) Mitchelton – Scott 5:02:54
2 Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team 0:00:08
3 Ion Izagirre Insausti (Esp) Bahrain – Merida 0:00:08
4 Gorka Izagirre Insausti (Esp) Bahrain – Merida 0:00:13
5 Tim Wellens (Bel) Lotto – Soudal 0:00:13
6 Patrick Konrad (AUT) Bora – Hansgrohe 0:00:20
7 Sergio Luis Henao Montoya (Col) Team Sky 0:00:46
8 Marc Soler (Esp) Movistar Team 0:00:46
9 Jakob Fuglsang (Den) Astana Pro Team 0:00:48
10 Sam Oomen (Ned) Team Sunweb 0:00:54

Classifica generale:
1 Simon Yates (GBr) Mitchelton – Scott 27:29:02
2 Ion Izagirre Insausti (Esp) Bahrain – Merida 0:00:11
3 Gorka Izagirre Insausti (Esp) Bahrain – Merida 0:00:12
4 Tim Wellens (Bel) Lotto – Soudal 0:00:13
5 Dylan Teuns (Bel) BMC Racing Team 0:00:27
6 Marc Soler (Esp) Movistar Team 0:00:37
7 Patrick Konrad (AUT) Bora – Hansgrohe 0:00:39
8 Sergio Luis Henao Montoya (Col) Team Sky 0:00:57
9 Julian Alaphilippe (Fra) Quick Step Floors 0:01:48
10 Alexis Vuillermoz (Fra) Ag2r La Mondiale 0:01:49


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*