ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro dei Paesi Baschi 2018, volata vincente di McCarthy
Giro dei Paesi Baschi 2018, volata vincente di McCarthy

Giro dei Paesi Baschi 2018, volata vincente di McCarthy

Dopo due frazioni elettrizzanti, è una volata a ranghi numerosi a decidere la terza tappa del Giro dei Paesi Baschi 2018: la spunta Jay McCarthy (Bora – Hansgrohe), mentre Julian Alaphilippe (Quick Step Floors) mantiene agevolmente la maglia di leader della generale.

Non mancano neppure quest’oggi le ondulazioni, ma nel tragitto da Bermeo a Valdegovia i tre Gran Premi della Montagna ufficiali sono posti lungo la prima parte, dunque non impensieriscono i velocisti, che nelle due giornate precedenti hanno dovuto cedere il passo ad altri.

Sotto un cielo ballerino – pioggia e sole si alternano pi volte nel corso della gara – va come al solito via la fuga e gli ultimi ad arrendersi sono il belga Thomas De Gendt (Lotto Soudal) e il danese Christopher Juul Jensen (Mitchelton  -Scott), i quali vengono ripresi in un secondo momento dalla coppia del Team Sky formata da Michal Kwiatkowski e David De La Cruz.

A poco più di dieci chilometri all’arrivo, il polacco e il belga si rialzano, mentre lo scandinavo e lo spagnolo restano ancora in avanscoperta e cominciano a pregustare la possibilità di giocarsi la vittoria, quando proprio in vista del traguardo parte la volata che spegne le loro ambizioni.

Allo sprint ad avere la meglio è l’australiano McCarthy, che batte il neoprofessionista Aleksandr Riabuschenko (UAE Team Emirates) e lo steso Kwiatkowski, che si getta nella mischia provando a raccogliere il massimo risultato dopo aver precedentemente fallito il suo tentativo assieme al compagno di squadra. Quarto posto per Michael Albasini (Mitchelton  -Scott), decimo per l’unico italiano presente in top ten, Enrico Battaglin (LottoNL – Jumbo).

Non cambia la classifica generale, così il francese Alaphilippe resta al comando della classifica con un vantaggio di 8″ su Primoz Roglic (LottoNL – Jumbo). Ma domani, nella quarta tappa, c’è una cronometro individuale che potrebbe sconvolgere la classifica e proprio quest’ultimo ha la ghiotta possibilità di balzare in testa.

Ordine d’arrivo 3^ tappa:

1 Jay McCarthy (Aus) Bora – Hansgrohe 4:49:39
2 Aleksandr Riabushenko (Blr) UAE Team Emirates 0:00:00
3 Michal Kwiatkowski (Pol) Team Sky 0:00:00
4 Michael Albasini (SUI) Mitchelton – Scott 0:00:00
5 Enrique Sanz Unzue (Esp) Euskadi Basque Country – Murias 0:00:00
6 Julian Alaphilippe (Fra) Quick Step Floors 0:00:00
7 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb 0:00:00
8 Jesus Ezquerra Muela (Esp) Burgos – BH 0:00:00
9 Pello Bilbao Lopez De Armentia (Esp) Astana Pro Team 0:00:00
10 Enrico Battaglin (Ita) Team LottoNL – Jumbo 0:00:00

Classifica generale:

1 Julian Alaphilippe (Fra) Quick Step Floors 13:18:52
2 Primož Roglic (Slo) Team LottoNL – Jumbo 0:00:08
3 Gorka Izagirre Insausti (Esp) Bahrain – Merida 0:00:39
4 Mikel Landa Meana (Esp) Movistar Team 0:00:43
5 Pello Bilbao Lopez De Armentia (Esp) Astana Pro Team 0:00:54
6 Rudy Molard (Fra) Groupama – FDJ 0:00:58
7 Emanuel Buchmann (GER) Bora – Hansgrohe 0:00:58
8 Romain Bardet (Fra) Ag2r La Mondiale 0:00:58
9 Enric Mas Nicolau (Esp) Quick Step Floors 0:00:58
10 Patrick Konrad (AUT) Bora – Hansgrohe 0:00:58


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*