ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour of the Alps 2018, O’Connor sorprende i big a Merano
Tour of the Alps 2018, O’Connor sorprende i big a Merano

Tour of the Alps 2018, O’Connor sorprende i big a Merano

Sorpresa nella terza tappa del Tour of the Alps 2018: sul traguardo di Merano a festeggiare è l’australiano Ben O’Connor, che scatta negli ultimi chilometri in discesa lasciando la compagnia dei migliori e chiude a braccia alzate un’altra impegnativa giornata. Cambia il leader della corsa: Ivan Sosa (Androni-Sidermec) è vittima di una caduta, così il nuovo primatista è Thibaut Pinot (Groupama-Fdj), oggi primo dei battuti.

Lasciato il Trentino, il Giro delle Alpi entra in Alto Adige, prima di fare il suo ingresso in Tirolo. Quest’oggi si parte da Ora e si arriva a Merano scalando, al km 91, il Passo Mendola, mentre a 26 km alla conclusione, quindici dei quali in discesa, sarà la volta del Passo Palade. Dal Gpm al traguardo mancheranno 26 km, 15 dei quali in discesa.

Una volta partita la fuga composta da Matteo Montaguti (Ag2r La Mondiale), Stephen Rabitsch (Team Felbermayr Simplon Wels), Giovanni Visconti (Bahrain Merida) e Manuel Senni (Bardiani CSF), è proprio l’ultima ascesa in programma a risultare decisiva per il successo parziale. Qui, infatti, mentre resistono in testa Montaguti e Visconti, da dietro sopraggiungono altri quattro corridori: si tratta di Thibaut Pinot (Groupama – FDJ), Ben O’Connor (Dimension Data), Domenico Pozzovivo e Mark Padun (Bahrain Merida).

A tirare il gruppo dei migliori, che chilometro dopo chilometro perde i pezzi, è il Team Sky di Chris Froome, assieme ad alcuni elementi della Astana di Miguel Angel Lopez, vincitore sull’Alpe di Pampeago. Pinot, Pozzovivo e O’Connor restano da soli al comando, mentre da dietro perde contatto a causa di una caduta il leader della generale Ivan Sosa (Androni-Sidermec) e allo stesso tempo si lancia tutto solo Froome, che con una discesa perfetta è il primo a rientrare (seguito da altri, compreso Fabio Aru della UAE) sui battistrada.

Ma chi coglie il momento è O’Connor, che scatta nuovamente e lascia la compagnia dei migliori: dietro prova ad organizzarsi una Astana nuovamente compatta, ma è troppo tardi, così O’Connor può festeggiare una inaspettata vittoria in solitaria. Giungono a pochi secondi i primi inseguitori, regolati da Pinot, il quale, in virtù del terreno perso da Sosa, diventa il nuovo leader della corsa. Terzo posto per Pozzovivo.

Ordine d’arrivo 3^ tappa:
1 Ben O’Connor (Aus) Team Dimension Data 3:30:05
2 Thibaut Pinot (Fra) Groupama – FDJ 0:00:05
3 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain – Merida 0:00:05
4 George Bennett (NZl) Team LottoNL – Jumbo 0:00:05
5 Luis León Sanchez (Esp) Astana Pro Team 0:00:05
6 Chris Froome (GBr) Team Sky 0:00:05
7 Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates 0:00:05
8 Manuel Senni (Ita) Bardiani – CSF 0:00:05
9 Alexandre Geniez (Fra) Ag2r La Mondiale 0:00:05
10 Michal Schlegel (Cze) CCC Sprandi – Polkowice 0:00:05

Classifica generale:
1 Thibaut Pinot (Fra) Groupama – FDJ 10:52:19
2 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain – Merida 0:00:15
3 Miguel Angel Lopez Moreno (Col) Astana Pro Team 0:00:15
4 Chris Froome (GBr) Team Sky 0:00:16
5 Fabio Aru (Ita) UAE Team Emirates 0:00:50
6 George Bennett (NZl) Team LottoNL – Jumbo 0:01:21
7 Luis León Sanchez (Esp) Astana Pro Team 0:01:27
8 Ben O’Connor (Aus) Team Dimension Data 0:01:36
9 Giulio Ciccone (Ita) Bardiani – CSF 0:01:45
10 Jan Hirt (Cze) Astana Pro Team 0:01:55


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*