ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Adriatica Ionica Race 2018, svelata la nuova corsa ideata da Moreno Argentin
Adriatica Ionica Race 2018, svelata la nuova corsa ideata da Moreno Argentin

Adriatica Ionica Race 2018, svelata la nuova corsa ideata da Moreno Argentin

Dopo anni in cui troppe corse hanno tristemente dovuto chiudere in battenti, un nuovo grande evento è prossimo a vedere la luce in Italia: si tratta della Adriatica Ionica Race, la cui 1^ edizione si svolgerà dal 20 al 24 giugno 2018.

A lanciare l’idea è stato nientemeno che Moreno Argentin, iridato nel 1986 e in grado di vincere in carriera anche quattro Liegi-Bastogne-Ligi, un Fiandre, un Lombardia, tre Freccia-Vallone, tredici tappe al Giro d’Italia e due al Tour de France. L’ex campione veneto è riuscito a radunare attorno a sé l’interesse di territori e sponsor, attratti da un ambizioso progetto che “affonda le radici nella storia e si fa portatore di valori fondamentali: dialogo, conoscenza, unione”.

L’obiettivo è quello di creare una corsa a tappe itinerante che superi i confini nazionali e, nell’arco di un lustro, si spinga da Venezia, patria delle Serenissima, fino ad Atene, in Grecia, culla della civiltà classica, passando attraverso Austria, Croazia, Montenegro, Bosnia, Macedonia, Albania. Per il momento si comincia con cinque giornate, snodate tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.

 Posto come ultima gara a tappe prima del Tour de France, il percorso disegnato dall’organizzazione prevede tracciati misti, in grado di strizzare l’occhio ciascuna tipologia di atleti. Si comincia con una cronometro a squadre da Musile di Piave a Lido di Jesolo (23.3 km) sulle strade della ciclabile del Piave, prima della Jesolo – Maser che si presenta molto mossa, adatta a scattisti e corridori da Classiche: Montello e Fusere-Tuna sono i soli due GPM classificati come tali, ma di fatto di pianura non ce n’è mai e il doppio strappo di Asolo, l’ultimo a soli sette chilometri all’arrivo, appare già sufficiente da solo a fare la dovuta selezione.

Il terzo giorno arriva la tappa regina: si parte da Mussolente, nel vicentino, e dopo aver scalato Passo Rolle (20.5 km al 5.9%) e Passo Valles (4.1 km al 8.6%) nella fase centrale, arriva il gran finale sul Passo Giau (9.8 km al 9.3%), a quota 2233 metri. Spazio ai velocisti nella lunga (230 km) quarta frazione da San Vito di Cadore a Grado: troppo lontani dal traguardo i 20 km del Passo Crocetta per risultare determinanti, ma va comunque menzionata la presenza di piccoli settori in sterrato attorno ad Aquileia che possono rendere imprevedibile il finale.

Il giorno conclusivo, invece, andrà in scena una tappa frizzante: si partirà da Grado, si affronteranno le salite di San Martino del Carso e Ternova Piccola e poi sarà la volta del circuito finale di Trieste da ripetere sei volte, con uno strappetto che metterà ancora una volta in ginocchio gli sprinter.

Di seguito l’elenco delle tappe, tutte le altimetrie e le planimetrie.

Mercoledì 20 Giugno – Prima Tappa: Musile di Piave – Lido di Jesolo (23,3 km, cronosquadre)
Giovedì 21 Giugno – Seconda Tappa: Lido di Jesolo – Maser (152,5 km)
Venerdì 22 Giugno – Terza Tappa: Mussolente – Passo Giau (158,3 km)
Sabato 23 Giugno – Quarta Tappa: San Vito di Cadore – Grado (229,2 km)
Domenica 24 Giugno – Quinta Tappa: Grado – Trieste (124,6 km)

STARTLIST Sono 14 le squadre che hanno confermato la presenza alla Adriatica Ionica Race 2018. Si tratta di 5 WorldTour (Bahrain Merida, Quick Step Floors, Team Dimension Data, Trek-Segafredo e UAE Team Emirates) e 9 Professional (Androni Giocattoli Sidermec, Aqua Blue Sport, Bardiani Csf, CCC Sprandi Polkowice, Gazprom-RusVelo, Israel Cycling Academy, Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini, Roompot-Nederlandse Loterij e Wilier Triestina-Selle Italia).


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*