ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Roberto Mancini è il nuovo ct della nazionale italiana
Roberto Mancini è il nuovo ct della nazionale italiana

Roberto Mancini è il nuovo ct della nazionale italiana

Ora è ufficiale: spetterà a Roberto Mancini l’ingrato compito di risollevare la nazionale italiana dal punto più basso della sua storia recente. Il tecnico di Jesi ha firmato un contratto che lo lega alla Federcalcio per due stagioni.

La notizia era ormai nell’aria da giorni e, dopo la tempestiva rinuncia da parte di Carlo Ancelotti a ricoprire tale ruolo, ecco l’affrettata risoluzione del contratto del Mancio con lo Zenit San Pietroburgo, che ha dato il via libera per la conclusione dell’operazione fortemente caldeggiata da Billy Costacurta. Guiderà l’Italia fino all’Europeo 2020 che si disputerà anche nel nostro Paese: a lui il compito di qualificarsi per la fase finale che si giocherà, per la prima volta, a 24 squadre.

Prevista tra poche ore la presentazione a Coverciano, dopo la quale si comincerà subito a preparare il debutto del 28 maggio a San Gallo contro l’Arabia Saudita, che volerà in Russia per prendere parte a quel Mondiale che noi saremo costretti a guardare dal teleschermo. Seguiranno altri due incontri ravvicinati: il 1 giugno contro i cugini della Francia a Nizza e il 4 all’Allianz Stadium di Torino contro un’altra esclusa eccellente dalla fase finale iridata, l’Olanda.

Il primo impegno ufficiale è invece fissato per settembre, quando si alzerà il sipario sulla nuova competizione voluta dalla Uefa, la Nations Cup, che permetterà la qualificazione immediata al prossimo evento continentale: nel nostro girone figurano anche Polonia e Portogallo.

Commentando la scelta del nuovo ct, il commissario straordinario Fabbricini ha sottolineato come sia stato “determinante” l’entusiasmo mostrato da Mancini nell’intraprendere questa nuova sfida. Presto per dire come sarà messa in campo la nuova Italia, di sicuro è che l’allenatore marchigiano classe 1964, già tecnico di Inter e Manchester City, ha dato il benestare al ritorno in nazionale di un suo pupillo, Mario Balotelli, che grazie a lui si è fatto conoscere al mondo.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*