ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2018, Yates padrone anche a Sappada
Giro d’Italia 2018, Yates padrone anche a Sappada

Giro d’Italia 2018, Yates padrone anche a Sappada

Giorno dopo giorno, continua la marcia trionfale di Simon Yates verso la Maglia Rosa: anche a Sappada, sede d’arrivo della 15^ tappa del Giro d’Italia 2018, il britannico della Mitchelton – Scott dimostra di non avere rivali, demolendo le resistenze avversarie e rafforzando, forse blindando, la leadership in classifica.

Lo Zoncolan è ormai alle spalle, ma siamo sicuri che gli effetti dei gigante della Carnia saranno ben evidenti anche oggi, quando il gruppo è chiamato ad affrontare le bellissime Dolomiti. Stavolta nessuna vetta storica, lungo i 176 km previsti, ma una serie di salite comunque impegnative, che contribuiscono al raggiungimento di un dislivello complessivo di 4000 metri: c’è spazio per attaccare, c’è spazio per rivoluzionare la generale del Giro 101.

Andatura a tutta sin dall’avvio da Tolmezzo: sono tanti i tentativi di fuga nelle prime fasi (ci prova anche Fabio Aru), ma il gruppo non vuol lasciar andare nessuno. Occorrono ben settanta chilometri affinché ricevano il via libera ben ventiquattro elementi, poi ridotti a cinque: Nico Denz e Mickael Cherel (AG2R La Mondiale), Dayer Quintana (Movistar), Giulio Ciccone (Bardiani Csf) e Giovanni Visconti (Bahrain – Merida). Dietro di loro si forma un altro gruppetto di attaccanti, composto, tra gli altri, da Michael Woods (EF Drapac), Diego Ulissi (UAE Team Emirates), Davide Ballerini e Fausto Masnada (Androni Sidermec), Alessandro De Marchi (Bmc).

Ma neppure loro hanno vita facile: difatti, nonostante prolungati forcing, il vantaggio non decolla. Chi è già in difficoltà sui primi passi è invece Aru: nulla da fare in questo giro per il campione italiano, nuovamente in grave difficoltà. Medita il ritiro, il Cavaliere dei Quattro Mori: è un calvario chilometro dopo chilometro. Nelle fasi finali, a fare il ritmo in testa al gruppo è la Sunweb, che pone definitivamente fine all’avventura dei battistrada (Denz ultimo ad arrendersi): d’ora in avanti sono i big a giocarsi il successo parziale.

Scalati Passi della Mauria, Tre Croci e Sant’Antonio, si prosegue verso Costalissoio, che precede Sappada. Miguel Angel Lopez (Astana) dà il via alle danze: esplode il gruppetto dei migliori, rimangono una decina a giocarsela lì davanti. Tra questi non c’è Chris Froome, così davanti decide di rompere gli indugi, quando al traguardo mancano ancora diciassette chilometri, la maglia rosa Simon Yates.

Pozzovivo, Lopez, Pinot, Dumoulin e Carapaz: questi i cinque all’inseguimento del leader della generale. L’olandese sprona i compagni a collaborare, ma non riceve risposta, se non dal francese. Il britannico guadagna costantemente su di loro, fino ad arrivare alle soglie del minuto ai meno cinque al traguardo. Nulla può fermare Yates: dopo Campo Imperatore e Osimo, ecco la vittoria di Sappada, che lo consacra re di questo Giro e lo proietta con grande fiducia verso la cruciale cronometro di Trento.

Gli inseguitori arrivano a 41″ regolati da Lopez su Dumoulin. Proprio quest’ultimo, pur conservando la seconda posizione di classifica, deve ora recuperare 2’11”. Terza piazza parziale per Pozzovivo a 2’28”, seguito da Pinot a 2’37”. Froome paga le fatiche dello Zoncolan e chiude a 1’40”, ponendo definitivamente fine ad ogni velleità di vittoria finale. Crollo mentale, oltreché fisico, per Aru: il suo gap al traguardo è prossimo ai venti minuti.

Ordine d’arrivo 15^ tappa:

1 GBR YATES Simon Philip MITCHELTON – SCOTT 4h 37’ 56” 0’ 00”
2 COL LOPEZ MORENO Miguel Angel ASTANA PRO TEAM 4h 38’ 37” 0’ 41”
3 NED DUMOULIN Tom TEAM SUNWEB 4h 38’ 37” 0’ 41”
4 ITA POZZOVIVO Domenico BAHRAIN – MERIDA 4h 38’ 37” 0’ 41”
5 ECU CARAPAZ Richard MOVISTAR TEAM 4h 38’ 37” 0’ 41”
6 FRA PINOT Thibaut GROUPAMA – FDJ 4h 38’ 37” 0’ 41”
7 FRA GENIEZ Alexandre AG2R LA MONDIALE 4h 39’ 16” 01’ 20”
8 ITA FORMOLO Davide BORA – HANSGROHE 4h 39’ 16” 01’ 20”
9 ESP BILBAO LOPEZ DE ARMENTIA P. ASTANA PRO TEAM 4h 39’ 16” 01’ 20”
10 NED OOMEN Sam TEAM SUNWEB 4h 39’ 16” 01’ 20”
11 SUI REICHENBACH Sebastien GROUPAMA – FDJ 4h 39’ 16” 01’ 20”
12 ESP NIEVE ITURRALDE Mikel MITCHELTON – SCOTT 4h 39’ 16” 01’ 20”
13 AUT KONRAD Patrick BORA – HANSGROHE 4h 39’ 16” 01’ 20”
14 NZL BENNETT George TEAM LOTTO NL – JUMBO 4h 39’ 16” 01’ 20”
15 AUS O’CONNOR Ben TEAM DIMENSION DATA 4h 39’ 16” 01’ 20”
16 AUS DENNIS Rohan BMC RACING TEAM 4h 39’ 16” 01’ 20”
17 GBR FROOME Chris TEAM SKY 4h 39’ 28” 01’ 32”
18 NED POELS Wout TEAM SKY 4h 39’ 28” 01’ 32”
19 COL BETANCUR Carlos MOVISTAR TEAM 4h 40’ 07” 02’ 11”
20 AUS HAIG Jack MITCHELTON – SCOTT 4h 41’ 29” 03’ 33”

Classifica generale:

1 Simon Yates (GBr) Mitchelton – Scott 65:57:37
2 Tom Dumoulin (Ned) Team Sunweb 0:02:11
3 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain – Merida 0:02:28
4 Thibaut Pinot (Fra) Groupama – FDJ 0:02:37
5 Miguel Angel Lopez Moreno (Col) Astana Pro Team 0:04:27
6 Richard Carapaz (Ecu) Movistar Team 0:04:47
7 Chris Froome (GBr) Team Sky 0:04:52
8 George Bennett (NZl) Team LottoNL – Jumbo 0:05:34
9 Pello Bilbao Lopez De Armentia (Esp) Astana Pro Team 0:05:59
10 Patrick Konrad (AUT) Bora – Hansgrohe 0:06:13


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*