ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro di Svizzera 2018, Sagan brucia Gaviria
Giro di Svizzera 2018, Sagan brucia Gaviria

Giro di Svizzera 2018, Sagan brucia Gaviria

I due uomini più attesi per le volate se le danno di santa ragione alla prima occasione utile del Giro di Svizzera 2018: in occasione della seconda tappa, interamente disputata a Frauenfeld, Peter Sagan (Bora – Hansgrohe) batte Fernando Gaviria (Quick Step Floors) e mantiene inalterato il suo storico feeling con la corsa elvetica.

Sono otto anni ininterrotti che il tre volte campione del mondo dà appuntamento a tutti al Tour de Suisse per inaugurare la sua seconda parte di stagione che culmina con il Tour de France e con la prova iridata. E sono otto anni che puntualmente fa centro, almeno una volta. Quest’anno basta attendere la prima tappa in linea, pur insidiosa per via della presenza di un GPM da ripetere quattro volte all’interno del circuito cittadino.

Le difficoltà altimetriche fanno sì che non è un gruppo compatto, quello che si gioca il successo parziale. In questo gruppo selezionato dal lavoro svolto dalla Bora – Hansgrohe nel corso della giornata perdono contatto i vari Arnaud Démare (Groupama-FDJ), John Degenkolb (Trek-Segafredo), Alexander kristoff (UAE Team Emirates) e il nostro Sonny Colbrelli (Bahrain – Merida), ma figurano comunque gli altri uomini attesi. A partire da Fernando Gaviria, l’altro talento internazionale dei traguardi veloci.

Parte troppo lungo, il colombiano, e nulla può al ritorno prorompente di Peter Sagan, che coglie la sedicesima vittoria in questa gara, superando i recordman locali Cancellara, Koblet e Kubler. Terzo posto per Nathan Haas (Katusha-Alpecin), quarto per un Michael matthews (Sunweb) che è il primo a lanciare lo sprint, quinto per il neopro’ ucraino mark Padun (Bahrain – Merida). In sesta e settima posizione due italiani, Enrico Gasparotto (Bahrain – Merida) ed Enrico Battaglin (LottoNL – Jumbo), seguiti da Greg Van Avermaet (Bmc).

Il compagno di squadra di quest’ultimo, Stefan Kung, conserva la maglia gialla di leader della classifica generale in virtù della cronosquadre vinta ieri. Da segnalare, infine, la fuga di giornata, composta, tra gli altri, dall’italiano Filippo Zaccanti (Nippo – Vini Fantini).

Ordine d’arrivo 2^ tappa:
1 Peter Sagan (Svk) Bora – Hansgrohe 3:50:09
2 Fernando Gaviria Rendon (Col) Quick Step Floors 0:00:00
3 Nathan Haas (Aus) Team Katusha – Alpecin 0:00:00
4 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb 0:00:00
5 Mark Padun (Ukr) Bahrain – Merida 0:00:00
6 Enrico Gasparotto (Ita) Bahrain – Merida 0:00:00
7 Enrico Battaglin (Ita) Team LottoNL – Jumbo 0:00:00
8 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team 0:00:00
9 Arthur Vichot (Fra) Groupama – FDJ 0:00:00
10 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNL – Jumbo 0:00:00

Classifica generale:
1 Stefan Küng (SUI) BMC Racing Team 4:10:24
2 Greg Van Avermaet (Bel) BMC Racing Team 0:00:03
3 Richie Porte (Aus) BMC Racing Team 0:00:03
4 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:00:03
5 Peter Sagan (Svk) Bora – Hansgrohe 0:00:20
6 Michael Matthews (Aus) Team Sunweb 0:00:23
7 Wilco Kelderman (Ned) Team Sunweb 0:00:23
8 Sam Oomen (Ned) Team Sunweb 0:00:23
9 Simon Gerrans (Aus) BMC Racing Team 0:00:28
10 Gregor Mühlberger (AUT) Bora – Hansgrohe 0:00:30


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*