ULTIME NEWS
Home > Mondiali > Mondiali Russia 2018: Francia agli ottavi, Croazia umilia Argentina
Mondiali Russia 2018: Francia agli ottavi, Croazia umilia Argentina

Mondiali Russia 2018: Francia agli ottavi, Croazia umilia Argentina

I vicecampioni iridati in carica ad un passo dall’eliminazione: è questa la grande notizia di giornata ai Campionati Mondiali di calcio Russia 2018. L’Argentina viene infatti battuta con un secco 3-0 dalla Croazia ed è con un piede e mezzo fuori dalla competizione. Agli ottavi di finale la Francia, che piega di misura il Perù.

Il non convincente pareggio nella gara di debutto contro l’Islanda lasciava presagire una condizione psico-fisica approssimativa per l’Albiceleste. Contro la forte Croazia è uscito nettamente fuori questo momento negativo dei sudamericani, che soccombono alle giocate di Modric e compagni e devono quasi dire addio – meritatamente – alla trasferta russa.

Leo Messi ancora una volta non pervenuto, e quando manca la Pulce è tutta la squadra a risentirne. Funge da esempio la prima rete della squadra europea, che al 53′ insacca con Ante Rebic sfruttando un grossolano rinvio del numero uno argentino Caballero. Da lì la gara è in discesa per la nazionale allenata da Dalic, che a dieci minuti dalla fine trova un gran raddoppio con l’uomo simbolo, Modric, il vero trascinatore della squadra. A chiudere i conti, Iva Rakitic nel recupero.

Già sotto processo per un girone di qualificazione altamente deficitario e per convocazioni feroce oggetto di critica (Icardi lasciato a casa, ad esempio), il ct Sampaoli deve ora mal digerire questa batosta di cui egli è il primo responsabile. Domani c’è Islanda – Nigeria e, in caso di vittoria degli scandinavi, le possibilità di passaggio gli ottavi per l’Argentina si fanno davvero piccole.

Ottavi di finale già raggiunti dalla Croazia e anche dalla Francia, che continua a vincere senza convincere. Dopo il 2-1 rifilato all’Australia nella gara d’esordio, arriva l’1-0 a danno del Perù ultimo in classifica ed ormai eliminato. Basta Mbappé a Deschamps per volare tra le prime sedici del globo, ma occorre trovare un diverso piglio agonistico nel prosieguo del torneo.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*