ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Adriatica Ionica Race 2018, di nuovo Viviani: arriva il bis a Grado
Adriatica Ionica Race 2018, di nuovo Viviani: arriva il bis a Grado

Adriatica Ionica Race 2018, di nuovo Viviani: arriva il bis a Grado

Elia Viviani concede il bis all’Adriatica Ionica Race 2018: il velocista della Quick Step Floors mette di nuovi tutti d’accordo e sul traguardo di Grado, sede d’arrivo della quarta tappa, conquista il secondo successo nella manifestazione. Resta leader della generale Ivan Sosa (Androni – Sidermec).

Dopo lo spettacolo che ci ha regalato nella giornata di ieri la frazione dolomitica terminante sul Passo Giau, ecco la penultima fatica dell’AIR2018: si parte da San Vito di Cadore e si arriva, dopo 230 km, nel noto centro friulano. Tanta pianura nella parte conclusiva del tracciato, ma attenzione a dei tratti di sterrato posti poco prima dell’arrivo.

Ad andare in fuga quest’oggi sono Meiyin Wang (Bahrain Merida), Andrea Toniatti (Nazionale Italia), Marco Tizza (Nippo Fantini), Nick Van Der Lijke (Roompot), Stanimir Cholakov (Trevigiani Hemus) ed Enrico Logica (Biesse Carrera), già in avanscoperta nelle tappe precedenti. Oltre cinque minuti il loro vantaggio massimo, ma a dar man forte all’inseguimento alla squadra del leader, la Androni-Sidermec, figurano anche le formazioni dei velocisti, Quick Step in primis.

Giunti ad Aquileia, si attraversano i settori di strade bianche che, tuttavia, non fanno grossi danni, pur contribuendo al crollo verticale del vantaggio dei fuggitivi: l’azione di questi finisce definitivamente a meno di cinque chilometri al traguardo, quando il gruppo (non compatto) va a giocarsi la volata.

Che sia il più veloce della startlist Elia Viviani lo dimostra anche quest’oggi, conquistando la sua dodicesima vittoria di una stagione finora di altissimo livello. Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo) è il primo dei battuti. A coronare una grande giornata per i colori Quick Step arriva il terzo posto del giovane colombiano Alvaro Hodeg, seguito da Riccardo Minali (Astana) e Mark Renshaw (Dimension Data). In top ten anche Simone Consonni (UAE Team Emirates) e Marco Canola (Nippo – Vini Fantini), settimo e ottavo.

Non cambia la classifica generale: Ivan Sosa resta in testa, ma al secondo posto sale Giulio Ciccone (Bardiani – Csf). Domani l’ultima tappa, da Grado a Trieste.

Ricordiamo, come di consueto, lo streaming dell’Adriatica Ionica Race 2018 previsto per le ore 17 su Mondiali.net 

Ordine d’arrivo 4^ tappa:
1 Elia Viviani (Ita) Quick Step Floors
2 Giacomo Nizzolo (Ita) Trek – Segafredo 0:00:00
3 Alvaro Jose Hodeg Chagui (Col) Quick Step Floors 0:00:00
4 Riccardo Minali (Ita) Nationalmannschaft Italien 0:00:00
5 Mark Renshaw (Aus) Team Dimension Data 0:00:00
6 Reinardt Janse Van Rensburg (RSA) Team Dimension Data 0:00:00
7 Simone Consonni (Ita) UAE Team Emirates 0:00:00
8 Marco Canola (Ita) Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini 0:00:00
9 Mihkel Räim (Est) Israel Cycling Academy 0:00:00
10 Jalel Duranti (Ita) Nationalmannschaft Italien 0:00:00

Classifica generale:

1 Ivan Ramiro Sosa Cuervo (Col) Androni Giocattoli – Sidermec 14:11:30
2 Giulio Ciccone (Ita) Bardiani – CSF 0:00:45
3 Ildar Arslanov (Rus) Gazprom – RusVelo 0:01:13
4 Edward Ravasi (Ita) UAE Team Emirates 0:01:44
5 Valerio Conti (Ita) UAE Team Emirates 0:01:57
6 Pieter Weening (Ned) Roompot – Nederlandse Loterij 0:02:03
7 Giovanni Carboni (Ita) Bardiani – CSF 0:02:53
8 Peter Stetina (USA) Trek – Segafredo 0:03:04
9 Simone Petilli (Ita) UAE Team Emirates 0:03:17
10 Gianluca Brambilla (Ita) Trek – Segafredo 0:03:20


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*