ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Ciclismo, Europei 2018: Confalonieri d’oro, Viviani d’argento
Ciclismo, Europei 2018: Confalonieri d’oro, Viviani d’argento

Ciclismo, Europei 2018: Confalonieri d’oro, Viviani d’argento

Un oro e un argento nella prima giornata, un oro e un argento nella seconda. Continua a brillare l’Italia del ciclismo su pista impegnata ai Campionati Europei 2018 di scena a Glasgow: all’interno della Emirates Arena, Maria Giulia Confalonieri conquista uno splendido oro nella corsa a punti, mentre Elia Viviani è medaglia d’argento nell’omnium.

Che carattere per la venticinquenne brianzola. Con una prova maiuscola, tutta protesa ad un finale in crescendo, l’azzurra supera tutte le avversarie più quotate e va a centrare il massimo traguardo possibile. Accontentatasi nei primi sprint di cogliere qualche punticino, si vede sorpassare da un gruppo di sei atlete capaci di aggiudicarsi il giro veloce.

Ma è da questo momento che la caparbietà della nostra portacolori esce fuori: uscita dal gruppo assieme alla belga Lopeczki, va a prendersi a sua volta i venti punti in palio per la conquista della tornata e, nell’ultima volata, quella che assegna il punteggio doppio, conquista i due punticini necessari per balzare al comando e cingersi al collo il meritato oro. Sono 33 i punti totali per lei, uno in più della bielorussa Ina Savenka, al comando fino al penultimo passaggio, mentre al bronzo va la russa Gulnaz Badykova. A mani vuote la favoritissima Kirstein Wild.

Due anni fa la consacrazione definitiva con l’oro a Rio 2016, ora il ritorno ai velodromi in vista di Tokyo 2020: Elia Viviani riassapora il gusto della pista e anche quello della medaglia, giungendo secondo nell’omnium. La prova dell’azzurro è esemplare in tre delle quattro prove in programma: vincitore nello scratch e nell’eliminazione, ha un passaggio a vuoto nella tempo rance che rappresenta per lui una novità assoluta (non era presente a Rio), chiudendo poi con una bella corsa a punti in cui si arrende al solo atleta di casa  Ethan Hayter, che guadagna un giro diventando imprendibile per tutti. Terzo posto per il danese Von Folsach.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*