ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014: Hodgson disperato, infortunati dell’Inghilterra sempre più numerosi
Mondiali 2014: Hodgson disperato, infortunati dell’Inghilterra sempre più numerosi

Mondiali 2014: Hodgson disperato, infortunati dell’Inghilterra sempre più numerosi

L’Inghilterra parteciperà ai Mondiali 2014 di Brasile che cominceranno questa estate: essi avranno inizio il 12 di giugno grazie alla partita tra una squadra del Vecchio Continente, la Croazia, con una del Nuovo Continente, la squadra di calcio per eccellenza, cioè proprio il Brasile.

La nazionale anglosassone comincerà il proprio percorso il 14 di giugno, proprio con l’Italia, la nazionale di Cesare Prandelli, che sta ancora valutando quei famosi 23 giocatori del Belpaese che dovranno andare oltreoceano a tentare di vincere la coppa del mondo: sia inglesi che italiani parteciperanno allo stesso girone, definito il “girone della morte“, perché oltre a loro due partecipano anche Uruguay e Costa Rica.

Ed è davvero qualcosa di letale per l’Inghilterra, dal momento che ad aggiungersi alla difficoltà delle squadre che ci saranno in campo c’è anche la lotta con qualcosa di imprevedibile e che non si può fermare: infatti la situazione infortunati si fa sempre più grave.

Nelle ultime settimane hanno ceduto uno dopo l’altro i grandi campioni Theo Walcott, Jay Rodriguez e Andros Townsend, ma nelle ultime ore va ad aggiungersi a loro anche il terzino del Tottenham Kyle Walker: il giocatore sta rischiando seriamente di non poter affrontare la lotta per il titolo mondiale, dal momento che potrebbe averne per quasi due mesi, e si sa, i Mondiali 2014 di Brasile cominceranno tra una 40ina di giorni.

Purtroppo, a confermare il fatto sono anche le parole del commissario tecnico della nazionale inglese, Hodgson, che ha fatto alcune dichiarazioni che non lasciano troppe speranze: infatti, egli ha dichiarato che è stato affermato che non sarà a disposizione per altre 6-10 settimane, e quindi sono tutti preoccupati per il futuro dell’Inghilterra.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*