ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2019, Bologna ospita la Grande Partenza: fuochi d’artificio sul San Luca
Giro d’Italia 2019, Bologna ospita la Grande Partenza: fuochi d’artificio sul San Luca

Giro d’Italia 2019, Bologna ospita la Grande Partenza: fuochi d’artificio sul San Luca

Sarà Bologna ad ospitare la Grande Partenza del Giro d’Italia 2019. Tenendo fede alle numerose indiscrezioni circolate nelle ultime settimane, RCS Sport, società organizzatrice, ha ufficializzato che il via della prossima Corsa Rosa avverrà dal capoluogo dell’Emilia – Romagna, regione attraversata in altre quattro frazioni. Ecco i dettagli e i profili altimetrici delle tappe in questione.

Sarà un avvio elettrizzante, quello in programma il prossimo sabato 11 maggio: a dare inizio alla manifestazione ciclistica nazionale sarà il cronoprologo Bologna – Bologna, di 8.2 km: i primi sei saranno piatti, mentre gli ultimi due prevedono la scalata al San Luca, che presenta una pendenza media del 9.7%. I big della generale, in pratica, sono subito chiamati alle armi.

Il giorno successivo si riparte da Bologna in direzione sud, ma la corsa tornerà in regione in occasione della nona tappa, domenica 19 maggio: è la Riccione – San Marino, ancora una prova contro il tempo. Lungo i 34.6 km, la prima parte si presenta perlopiù pianeggiante fino a Faetano, poi di nuovo salita fino all’arrivo posto nella Repubblica del Titano, dove i passisti-scalatori potranno far valere le proprie doti per avvantaggiarsi sugli avversari. Proseguendo nella tradizione inaugurata gli ultimi anni, si tratta della tappa del vino, più precisamente della Sangiovese Stage.

Dopo il giorno di riposo, si riparte martedì 21 maggio con la decima tappa, da Ravenna a Modena: tutta pianura, stavolta (oltretutto con un basso chilometraggio, soli 147 km), per cui sono i velocisti i chiari indiziati al successo parziale. Infine, il giorno seguente, si riparte da Carpi in direzione ovest.

Entusiasmo nel clan RCS nel corso della cerimonia di presentazione della Grande Partenza. Il direttore generale Paolo Bellino, in particolare, ricorda come per la seconda volta nella storia, e a venticinque anni dalla precedente, la Corsa Rosa parte da Bologna, dove nel 1994 si impose Endrio Leoni con una semitappa in linea, seguita da una cronometro vinta dal francese Armand de las Cuevas. Ad aggiudicarsi quell’edizione fu il russo Evgenij Berzin.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*