ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Innsbruck 2018, fenomeno Evenepoel tra gli juniores. Bronzo per Fancellu
Innsbruck 2018, fenomeno Evenepoel tra gli juniores. Bronzo per Fancellu

Innsbruck 2018, fenomeno Evenepoel tra gli juniores. Bronzo per Fancellu

Spesso i paragoni si sprecano quando nello sport si assiste a delle prestazioni sopra le righe. Quando si parla di Remco Evenepoel, però, si ha l’impressione che qualcosa di vero ci sia davvero perché questo fuoriclasse belga, dopo aver vinto la prova a cronometro, stravince, anzi domina anche la gara in linea juniores ai Campionati Mondiali di ciclismo su strada Innsbruck 2018.

Più forte della sfortuna e di tutti gli avversari. La prima aveva provato a metterlo Ko quando, a settanta chilometri all’arrivo, era rimasto vittima di una caduta ed era attardato di un minuto e mezzo rispetto alla testa della corsa. Ma lui, temerario, era riuscito a risalire di nuovo in vetta, proseguendo poi nella sua marcia vincente lungo l’impegnativo percorso di 132 km ricco di salite.

Qui ha fatto la differenza su tutti gli altri, a partire dal tedesco Marius Mayrhofer, che ha provato a resistergli a ruota, ma ha dovuto alzare bandiera bianca ai meno venti chilometri all’arrivo, chiudendo in seconda posizione a quasi un minuto e mezzo. Monopolio Evenepoel, dunque, che ora è atteso al doppio salto tra gli élite nelle file della Quick Step Floors: lo squadrone belga ha in mente per lui un programma di crescita lento che dovrà portarlo a trionfare nel giro di qualche anno ai Grandi Giri e alle Classiche più dure.

C’è gioia, comunque, in casa azzurra: se l’oro era già prenotato, ad aggiudicarsi il bronzo è stato l’italiano Alessandro Fancellu, autore dello sprint vincente per il terzo posto contro lo svizzero Alexander Balmer. E la buona prestazione italiana è stata completata dal sesto posto di Gabriele Benedetti e dal nono di Antonio Tiberi, giunti nel gruppetto inseguitori a oltre tre minuti dall’indiscusso dominatore.

Ordine d’arrivo prova in linea uomini juniores:

1 EVENEPOEL Remco BEL 3:03:49
2 MAYRHOFER Marius GER + 1:25
3 FANCELLU Alessandro ITA + 1:38
4 BALMER Alexandre SUI + 1:38
5 WANDAHL Frederik DEN + 3:20
6 BENEDETTI Gabriele ITA + 3:20
7 CHARRIN Alois FRA + 3:20
8 VERMAERKE Kevin USA + 3:20
9 TIBERI Antonio ITA + 3:20
10 QUINN Sean USA + 3:25

Una grande Italia si perde nel finale e coglie un quarto, un sesto ed un settimo posto con Barbara Malcotti, Vittoria Guazzini e Camilla Alessio: questo il risultato delle ragazze juniores, dove ad imporsi è stata la padrona di casa Laura Stigger davanti alla canadese Simone Boilard. È stata la volata finale a quattro a costare cara alla Malcotti: messasi in testa nell’ultimo chilometro, ha di fatto tirato lo sprint alle avversarie, mentre la Guazzini ha perso l’attimo per rientrare sul drappello che si è poi giocato le medaglie.

Ordine d’arrivo prova in linea donne juniores:

1 STIGGER Laura AUT 1:56:26
2 le NET Marie FRA + 0:00
3 BOILARD Simone CAN + 0:00
4 MALCOTTI Barbara ITA + 0:00
5 WIEL Jade FRA + 0:14
6 GUAZZINI Vittoria ITA + 0:14
7 ALESSIO Camilla ITA + 0:29
8 GAREEVA Aigul RUS + 0:56
9 SAABYE Mie DEN + 1:52
10 GALAND Maina FRA + 1:52


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*