ULTIME NEWS
Home > Mondiali di Calcio Brasile 2014 > Mondiali 2014, violenza in Brasile: Ucciso un tifoso del Parana
Mondiali 2014, violenza in Brasile: Ucciso un tifoso del Parana

Mondiali 2014, violenza in Brasile: Ucciso un tifoso del Parana

Il Brasile è una nazione davvero ricca di tesori naturali e di persone di cuore, con sentimenti simili a quelli del meridione italiano: lì non abitano numeri, ma persone vere e proprie, che hanno le loro storie e le loro difficoltà da raccontare ai circa diecimila tifosi italiani che sbarcheranno nel Nuovo Mondo questa estate.

Ebbene si, perché il 12 giugno cominceranno i Mondiali 2014, evento che tutti bramano da quattro anni a questa parte, da quanto quel Waka Waka ha portato sfortuna alla nazionale italiana facendola uscire quasi subito: Brasile contro Croazia allo stadio San Paolo, quello sudamericano e non quello di Fuorigrotta a Napoli, e poi dopo due giorni, il 14 giugno, ci sarà la prima partita dell’Italia che giocherà contro l’Inghilterra.

I tifosi italiani si ritroveranno a far fronte ad una realtà molto calda e calorosa, ma altresì avranno la possibilità di visitare una terra meravigliosa, quale è il Brasile: purtroppo, assieme ai suoi lati positivi, ci sono tante realtà che straziano la graziosità di quel luogo, una tra tutte i numerosi episodi di poca sicurezza sul lavoro e di violenza.

Si ricorda che nei numerosi lavori di ristrutturazione non si riescono a contare su due mani i vari morti sul lavoro, perché ci sarebbe bisogno di più di due mani: uno degli ultimi è stato quello del ragazzo morto per mancata sicurezza allo Stadio San Paolo, incidente che ha fermato per qualche giorno i lavori.

Invece, nelle ultime ore, un giovane di 26 anni ha perso la vita alla fine della gara tra Parana e Santa Cruz, a causa di un forte colpo di un lavandino buttato oltre le tribune dai tifosi del Santa Cruz.

Ad aggiungersi a ciò, ci sono gli scontri con le forze dell’ordine nelle favelas di Rio de Janeiro, che invece di portare pace stanno preparando la guerra.


Loading...

About Fabio Porpora

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*