ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Italvolley, la Cina sulla strada della finale ai Mondiali 2018
Italvolley, la Cina sulla strada della finale ai Mondiali 2018

Italvolley, la Cina sulla strada della finale ai Mondiali 2018

Riscattare la semifinale di quattro anni fa e conquistare un posto per la finalissima: questa la mission dell’Italvolley femminile che venerdì 19 alle 12.20 a Yokohama proverà contro la Cina ad inanellare l’undicesima vittoria ai Mondiali 2018.

Il commissario tecnico Davide Mazzanti ha definito “un’emozione grandissima” aver superato le Final Six surclassando avversarie alla vigilia ben più quotate ed arrendendosi alla sola Serbia, peraltro in una partita ininfluente ai fini del passaggio del turno.

Ora, però, è necessario restare concentrati e pensare soltanto alle campionesse olimpiche della Cina. Nella prima fase della competizione iridata di scena in Giappone le abbiamo sonoramente battute per 3-0, ma è facile prevedere che non sarà una tale passeggiata, quella che le azzurre avranno sulla loro strada.

“Siamo ultra concentrati sulla semifinale, conosciamo bene la Cina e stiamo sfruttando questi giorni di pausa per riguardare le 6 partite che hanno disputato dopo la nostra prima sfida”, sono le parole del ct, che aggiunge come bisogna “limare qualche dettaglio rispetto alla gara di Sapporo” disputata nei primi giorni.

Provare a braccare la forza della Zhu sarà il primo obiettivo dell’Italia, che sarà quindi chiamata a limitare i primi tempi delle avversarie e a quel punto attaccare sfruttando la vena realizzativa di Paola Egonu, in lizza per la palma di miglior marcatrice della competizione assieme alla serba Boskovic.

Un ringraziamento, infine, Mazzanti lo riserva al pubblico italiano, che sta dimostrando un grande affetto a questo gruppo: “Credo che le ragazze siano portatrici di tanti messaggi positivi, e il fatto che stiano facendo emozionare e innamorare tante persone alla pallavolo è qualcosa di bellissimo. Sapere che dietro di noi c’è tanta gente che ci supporta è una cosa che ci inorgoglisce ancora di più e ci fa capire quanto importante sia stato il nostro percorso. Tutto questo rappresenta per noi una dose ulteriore di energia per le prossime decisive partite”.

A contendersi l’altro posto in finale saranno Serbia ed Olanda, con le “tulipane” a caccia di una rivincite dopo la finale europea persa lo scorso anno proprio per mano delle balcaniche.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*