ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Alla scoperta dei 14 neoprofessionisti italiani del 2019
Alla scoperta dei 14 neoprofessionisti italiani del 2019

Alla scoperta dei 14 neoprofessionisti italiani del 2019

Saranno quattordici i corridori italiani che nel 2019 diventeranno a tutti gli effetti dei professionisti: ormai in via di completamento gli organici per quanto concerne le due massime serie del ciclismo, WorldTour e Professional, è possibile stilare un elenco di coloro che da under 23 tenteranno il grande salto nello sport che conta.

Tre di questi faranno il loro debutto direttamente nel WorldTour. Edoardo Affini, promettente passista, ha vissuto un grande 2018 coronato da una vittoria di tappa al Giro Baby e dalla doppia maglia tricolore (in linea e a crono), che gli hanno permesso di strappare un contratto con la Mitchelton – Scott.

Matteo Moschetti, invece, è la grande speranza azzurra per il le volate degli anni avvenire: di vittorie ne ha collezionate ben otto in forza alla Polartec-Kometa, ora è giunto il momento di andare nelle file della Trek – Segafredo al servizio di Luca Guercilena.

Andrea Garosio, invece, proviene dalla D’Amico – Utensilnord e, nonostante abbia già compiuto venticinque anni, è stato fortemente voluto dal team manager della Bahrain – Merida Brent Copeland, che vede in lui un valido elemento per la sua squadra.

Il resto degli atleti andrà a comporre l’organico delle nostre Professional. La Androni – Sidermec punta su Leonardo Fedrigo (già pupillo di Bradley Wiggins) e Mattia Viel, mentre la Bardiani – Csf ingaggia Luca Covili, Francesco Romano (a sua volta in grado di vincere una tappa al Giro U23) e il poliedrico (strada e fuoristrada) Alessandro Pessot. Giovanni Lonardi è la carta scelta dalla Nippo – Vini Fantini – Faizané, mentre la Wilier (la cui nuova denominazione non è ancora stata resa nota) punterà su ben quattro elementi, ovvero Lorenzo Fortunato, Davide Gabburo, Moreno Marchetti e Umberto Marengo (Wilier Triestina Selle Italia). Il quattordicesimo corridore, Alessandro Fedeli, andrà all’estero: sarà un membro della francese Delko Marseille Provence KTM.

Tali atleti sono stati ricevuti da ACCPI, Lega del Ciclismo e Federciclismo, alcune settimane fa, ed ora sono pronti a fare il loro debutto sulla strada, magari provando a lasciare subito il segno.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*