ULTIME NEWS
Home > Mondiali > Nuoto, Mondiali vasca corta Hangzhou 2018: il medagliere finale e il bilancio azzurro
Nuoto, Mondiali vasca corta Hangzhou 2018: il medagliere finale e il bilancio azzurro

Nuoto, Mondiali vasca corta Hangzhou 2018: il medagliere finale e il bilancio azzurro

È calato il sipario sui Campionati Mondiali di nuoto in vasca corta di Hangzhou 2018. Il bilancio della nazionale italiana parla di tre argenti e quattro bronzi, per un totale di sette medaglie ed il tredicesimo posto nel medagliere.

Il numero di allori è lo stesso di due anni fa nell’edizione di Windsor 2016, ma in quell’occasione arrivò anche un oro a firma di Federica Pellegrini nei suoi 200 stile libero. Stavolta retrocediamo, in teoria, eppure si fa un deciso passo in avanti per via della consapevolezza di poter contare su una vera squadra che non si affida più soltanto ai soliti noti, ma ha alle loro spalle un nutrito gruppo di elementi in grado di far saltare il banco, con le certezze rappresentate dai “veterani” Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri e dalla ormai stella Simona Quadarella.

Il bilancio di Cesare Butini, dunque, non può essere che positivo, dal momento che il commissario tecnico parla di gruppo “compatto, dinamico e pronto a sacrificarsi”. Lo stesso si rammarica per l’eccessivo numero di quarti posti, spesso a pochi centesimi dal podio, mentre si rallegra per l’unico momento piuttosto fortunoso, vale a dire la squalifica dell’Australia valsa il bronzo alla 4×100 mista (con tanto di record italiano).

Butini ammonisce tutti di non sedersi sugli allori, ma di restare con i piedi per terra e lavorare sodo. Poi una breve disamina sui singoli: “Su Paltrinieri non posso che esprimere parole di elogio. E’ tornato a nuotare ad altissimi livelli con una gara eccezionale, vicino al primato mondiale”; Carraro è stata convocata “con un upgrade, ha conquistato la medaglia individuale, contribuito alla staffetta e stabilito cinque record italiani”; Federica Pellegriniha conquistato in staffetta la cinquantesima medaglia internazionale della sua carriera.

Il medagliere viene dominato dagli Stati Uniti con 17 ori davanti alla Russia (ferma a sei) e all’Ungheria (4 targati Katinka Hosszu). Ecco la classifica finale:

# NAZIONE ORO ARGENTO BRONZO TOTALE
1. USA 17 15 4 35
2. Russia 6 5 3 14
3. Ungheria 4 1 0 5
4. Paesi Bassi 3 6 2 8
5. Cina 3 5 5 13
6. Sudafrica 3 2 2 7
7. Australia 2 2 8 12
8. Giappone 2 1 5 8
9. Brasile 2 0 6 8
10. Giamaica 2 0 1 3
11. Lituania 1 2 0 3
12. Ucraina 1 0 0 1
13. Italia 0 3 4 7
14. Bielorussia 0 2 0 2
15. Norvegia 0 1 1 2
16. Austria 0 1 0 1
17. Irlanda 0 0 1 1
17. Germania 0 0 1 1
17. Gran Bretagna 0 0 1 1
17. Francia 0 0 1 1
17. Trinidad e Tobago 0 0 1 1
17. Belgio 0 0 1 1
17. Polonia 0 0 1 1

Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*