ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Australia e Nuova Zelanda, sorprese Freiberg e Fouché ai campionati nazionali
Australia e Nuova Zelanda, sorprese Freiberg e Fouché ai campionati nazionali

Australia e Nuova Zelanda, sorprese Freiberg e Fouché ai campionati nazionali

Coincidono con i campionati nazionali di Australia e Nuova Zelanda le prime corse ufficiali del calendario Uci del ciclismo su strada. Nell’edizione 2019 non sono mancate le sorprese, dal momento che a conquistare le maglie dei rispettivi Paesi sono stati due autentici outsider.

In Australia irrompe Michael Freiberg, che i più attenti potrebbero forse conoscere come pistard (fu campione del mondo nell’omnium nel 2011). Capace di attuare una corsa coraggiosa, il corridore in forza alla Australian Cycling Academy è entrato nella fuga decisiva di cui hanno fatto parte anche Chris Harper, Luke Durbridge e Alex Edmondson, seguiti poi da Cameron Meyer, Jason Lea e Conor Murtagh.

Inizialmente staccatosi sull’ultima salita di giornata, ha trovato la forza di recuperare e di piazzare il colpo vincente agli ottocento metri al traguardo, precedendo di un secondo i più quotati Chris Harper e Cameron Meyer, mentre ai piedi del podio, staccato di oltre un minuto, è giunto Luke Durbridge. A mani vuote, dunque, la maggior squadra del Paese, la Mitchelton – Scott, che non va oltre la terza e la quarta piazza.

Fuori da ogni pronostico anche l’esito della gara in Nuova Zelanda, dove ad avere la meglio è stato il ventenne James Fouché, già impostosi appena due giorni fa nella prova riservata agli under 23. Sul settimo dei nove passaggi sulla salita del circuito disegnato a Napier, il giovane talento ha staccato tutti, infliggendo distacchi pesantissimi ed irrecuperabili: il secondo classificato, Kees Duyvesteyn (Cycling Otago), è arrivato a oltre tre minuti, mentre Tom Scully, esponente della EF Education First, è giunto terzo. Degli altri corridori del WorldTour, quinta piazza per  Patrick Bevin (CCC Team) e settima per Sean Bennett (EF Drapac).

Gli atleti oceanici scaldano i motori, dunque: proprio nella terra dei canguri partirà ufficialmente la stagione WorldTour con il Tour Down Under e, contemporaneamente, si accenderanno i riflettori anche negli altri continenti, per dare vita ad una stagione sicuramente ricca di emozioni.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*