ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour Down Under 2019: Porte primo a Willunga Hill, Impey vince la generale
Tour Down Under 2019: Porte primo a Willunga Hill, Impey vince la generale

Tour Down Under 2019: Porte primo a Willunga Hill, Impey vince la generale

Per il secondo anno consecutivo, Daryl Impey porta a casa la classifica generale del Tour Down Under: ancora una volta si rivela decisiva la salita di Willunga Hill, sede d’arrivo della sesta tappa dell’edizione 2019, in cui ad imporsi è Richie Porte (Trek – Segafredo).

È l’ora della resa dei conti. Con una classifica generale cortissima dopo cinque giornate, è chiaro che la pur non impossibile asperità di Willunga Hill, da scalare due volte, possa mettere una volta per tutte le cose in chiaro. E così è. Non ce la fa Patrick Bevin (CCC Team) a restare in vetta alla classifica: i postumi della caduta occorsa ieri si sono fatti sentire e così, già in bilico se partire o meno, non è riuscito a restare davanti a tutti.

Ne approfitta Daryl Impey, che qui sta costruendo i suoi maggiori successi in carriera. Dopo aver già trionfato nel 2018, concede il bis grazie al terzo posto odierno, ottenuto alle spalle di Wout Poels (Team Sky), secondo) e di Richie Porte, che regala il primo successo stagionale alla Trek – Segafredo, la sua nuova compagine. Benino Diego Ulissi (UAE Team Emirates), che chiude ottavo a 15″ e nono nella generale.

Prima della resa dei conti finale, tanti i tentativi di fuga, a cominciare dal primo composto da Lukas Postlberger (Bora-hansgrohe), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Gediminas Bagdonas (Ag2r La Mondiale), Alex Dowsett (Katusha-Alpecin), Danny Van Poppel (Jumbo-Visma), Jasha Sutterlin (Movistar) e Nicholas White (Australia).

Il Team Sky va a riprenderli in corrispondenza del primo passaggio a Willunga Hill, sulla cui discesa allungano i due compagni di squadra Kenny Ellisonde e Wout Poels. Ripresi poco dopo, è il turno di Daniel Oss (Bora-hansgrohe), Hector Carretero (Movistar) e Tomasz Marczynski (Lotto Soudal), ma è ancora una volta la formazione britannica a dettare il ritmo finché non si arriva ai duemila metri finali, quando rimangono in pochi: tra loro prevale Richie Porte.

Ordine d’arrivo 6^ tappa:

1 PORTE Richie Trek – Segafredo 60 50 3:30:14
2 POELS Wout Team Sky 25 30 ,,
3 IMPEY Daryl Mitchelton-Scott 10 18 ,,
4 DENNIS Rohan Bahrain Merida Pro Cycling Team 13 0:03
5 SÁNCHEZ Luis León Astana Pro Team 10 0:06
6 HAMILTON Chris Team Sunweb 7 ,,
7 WOODS Michael EF Education First Pro Cycling Team 4 0:15
8 ULISSI Diego UAE-Team Emirates 3 0:17
9 SLAGTER Tom-Jelte Team Dimension Data 2 ,,
10 DEVENYNS Dries Deceuninck – Quick Step 1 ,,

Classifica generale finale:

1 2 ▲1 IMPEY Daryl Mitchelton-Scott 500 250 20:30:42
2 16 ▲14 PORTE Richie Trek – Segafredo 400 190 0:13
3 9 ▲6 POELS Wout Team Sky 325 160 0:17
4 3 ▼1 SÁNCHEZ Luis León Astana Pro Team 275 140 0:19
5 18 ▲13 DENNIS Rohan Bahrain Merida Pro Cycling Team 225 120 0:26
6 8 ▲2 HAMILTON Chris Team Sunweb 175 110 ,,
7 10 ▲3 WOODS Michael EF Education First Pro Cycling Team 150 100 0:38
8 6 ▼2 GUERREIRO Ruben Team Katusha – Alpecin 125 90 0:40
9 11 ▲2 ULISSI Diego UAE-Team Emirates 100 80 ,,
10 12 ▲2 DEVENYNS Dries Deceuninck – Quick Step 85 70 ,,


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*