ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Vuelta a San Juan 2019: arriva la fuga, primo Tivani
Vuelta a San Juan 2019: arriva la fuga, primo Tivani
German Tivani @steephill

Vuelta a San Juan 2019: arriva la fuga, primo Tivani

Arriva la fuga in occasione della sesta tappa della Vuelta a San Juan 2019: ad aggiudicarsi la penultima frazione della corsa argentina è il padrone di casa German Tivani (Agrupacion Virgen de Fatima), mentre Winner Anacona (Movistar) resta il leader della classifica generale.

Sembrava tutto pronto per il terzo atto della sfida tra velocisti, con Fernando Gaviria (UAE Team EMirates) che aveva vinto entrambi i precedenti appuntamenti. In realtà, le formazioni degli sprinter più attesi si fanno cogliere impreparate e non riescono a riprendere una fuga nata dopo appena undici chilometri di gara.

A comporla sono Daniel Zamora e Nicolas Tivani (Agrupacion Virgen de Fatima), Daniel Diaz (Municipalidad de Pocito) e Dayer Quintana (Neri-Selle Italia-KTM),sui quali rientrano, dopo circa trenta chilometri di gara, anche Leonardo Rodriguez (Asociacion Civil Mardan), Gabriel Juarez e Higiño Daniel Lucero (Municipalidad De Rawson-Somos Todos).

Affiatati, i battistrada approfittano anche del forte maltempo che imperversa sulla corsa, tanto da far riflettere gli organizzatori sulla possibile sospensione della gara. È per questo motivo che da dietro l’inseguimento procede più a rilento del previsto, complici anche alcune scivolate che vedono coinvolti, tra gli altri, anche Julian Alaphilippe (Deceuninck – Quick Step) e Tom Bohli (UAE TEam Emirates).

A questo punto tenta il tutto per tutto Peter Sagan (Bora – Hansgrohe), che si mette in prima persona in testa per ridurre il gap con i fuggitivi. La conseguenza è che il gruppo si sfalda in più tronconi e a perdere qualche secondo (non decisivo ai fini della generale) è anche il leader Anacona. Anche davanti il drappello perde qualche unità, così è una volata a tre a decidere la corsa, con gli inseguitori quasi alle calcagne: Tivani, che ha militato in Italia con la maglia della Trevigiani, approfitta del lavoro del suo compagno Zamora e va a vincere all’interno dell’autodromo El Villicum davanti a Diaz e allo stesso Zamora.

Il gruppo arriva a 12″ regolato da Sam Bennett (Bora – Hansgrohe), con Simone Consonni (UAE Team Emirates) settimo. In classifica, Anacona resta in vetta, ma perde 6″ da Alaphilippe.

Ordine d’arrivo 6^ tappa:

1 TIVANI PEREZ German Nicolas ASOCIACIÓN CIVIL AGRUPACIÓN VIRGEN DE FATIMA 3:13:29
2 DIAZ Daniel EQUIPO CONTINENTAL MUNICIPALIDAD DE POCITO 3:13:29
3 ZAMORA Daniel ASOCIACIÓN CIVIL AGRUPACIÓN VIRGEN DE FATIMA 3:13:29
4 BENNETT Sam BORA – HANSGROHE 3:13:41
5 GAVIRIA RENDON Fernando UAE TEAM EMIRATES 3:13:41
6 RICHEZE Maximiliano Ariel DECEUNINCK – QUICK – STEP 3:13:41
7 CONSONNI Simone UAE TEAM EMIRATES 3:13:41
8 DEWULF Stan LOTTO SOUDAL 3:13:41
9 ALAPHILIPPE Julian DECEUNINCK – QUICK – STEP 3:13:41
10 BARBIER Rudy ISRAEL CYCLING ACADEMY 3:13:45

Classifica generale:

1 1 – ANACONA Winner Movistar Team 3 19:14:55
2 2 – ALAPHILIPPE Julian Deceuninck – Quick Step 0:35
3 3 – SEVILLA Óscar Medellin 0:57
4 4 – CONTI Valerio UAE-Team Emirates 1:03
5 5 – GROSSSCHARTNER Felix BORA – hansgrohe 1:13
6 6 – CARAPAZ Richard Movistar Team 1:20
7 7 – PAREDES César Nicolás Medellin 1:24
8 8 – QUINTANA Nairo Movistar Team 1:29
9 9 – EVENEPOEL Remco Deceuninck – Quick Step 1:36
10 10 – BENOOT Tiesj Lotto Soudal 1:38


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*